In una pizzeria di Firenze il conto si paga con i vinili

In una pizzeria di Firenze il conto del pasto si può pagare con i vinili: il disco viene valutato e si scala il valore dal prezzo della cena

In una pizzeria di Firenze il conto si paga con i vinili

A Firenze c’è una pizzeria dove il conto si paga con i vinili usati. Si chiama Melloo – Pizza, Birra & Soul e si trova in via Luigi Gordigiani. Il locale ha deciso di introdurre una modalità di pagamento chiamata “Vinyl coin“, che permette di scontare dal costo del pasto il prezzo del vinile che il cliente presenta alla cassa.

La valutazione dei vinili viene effettuata attraverso discogs.com, sito specializzato che usa la rigida e selettiva classificazione internazionale “Goldmine Standard“, pubblicata per la prima volta nel 1974 e adottata ancora oggi da gran parte dei collezionisti di dischi.

Il vinile viene valutato prendendo in considerazione lo stato di conservazione del disco e della copertina, ma anche in base alla sua rarità. Il valore del disco viene scontato dal costo del pasto fino alla totale gratuità. Nell’eventualità in cui il valore del vinile dovesse superare il conto, la pizzeria emette dei buoni da spendere in futuro nel locale.

L’iniziativa è anche un metodo per arricchire la collezione di dischi già presenti nel locale e che si possono ascoltare durante il pasto. Sul sito del locale si legge: “La nostra collezione di vinili spazia dal soul al jazz, dal funk al reggae e anche qualche autentica chicca che potrai scoprire sfogliando la raccolta che avrai direttamente a disposizione. Scegli il sound che preferisci! Se vuoi, puoi portare anche i tuoi vinili, saremo felici di ascoltare insieme la tua musica preferita”.

E poi: “Abbiamo voluto creare un angolo a Firenze dove potrai vivere una nuova esperienza: ascoltare della buona musica in vinile, sia nella tua pausa pranzo, che durante l’aperitivo o a cena. La collezione di vinili è a tua disposizione, scegli quello che preferisci ascoltare mentre gusti il nostro soul food e le nostre birre”.

Massimo, il titolare della pizzeria, ha sempre lavorato nei settori del food e della musica, partecipando, seguendo e ideando molti progetti musicali, sia live che in studio. Per anni ha gestito il ristorante dell’auditorium Flog di Firenze, poi ha deciso di lanciare il nuovo progetto Melloo – Pizza, Birra & Soul.

Nel menù della pizzeria ci sono tapas, burger e, ovviamente, pizze, tra cui la Margherita, che quest’anno compie 131 anni, qua proposta in versione Marghe-Rock, con Pomodoro San Marzano, Fiordilatte di Agerola, olio evo e basilico fresco.