È sardo il pecorino più grande del mondo: nuovo record

Il "Gigante del Cedrino" prodotto a Loculi, in provincia di Nuoro, entra nel grande libro del Guinness dei Primati: è il pecorino più grande al mondo

 

Il pecorino più grande del mondo è sardo: il “Gigante del Cedrino” di Loculi, in provincia di Nuoro, si è aggiudicato il titolo di “più grande formaggio di latte di pecora”.

Un grande riconoscimento per il formaggio prodotto in Sardegna: l’esemplare da record pesa 598,5 chilogrammi, ha un diametro di 165 centimetri e un’altezza di 60 centimetri. La sua stagionatura è durata 12 mesi: un intero anno a riposo per poi conquistare il record mondiale.

Il “Gigante del Cedrino” è entrato nel Guinness dei primati superando Ascoli Piceno che ne 2010 aveva ottenuto il titolo precedente di formaggio di latte di pecora più grande del mondo con una forma che pesava 534,7 chilogrammi, aveva un diametro di 158 centimetri e un’altezza di 29 centimetri.

A certificare il successo del pecorino sardo è stato Lorenzo Veltri, il giudice della Commissione del Guinness World Record: ha analizzato la forma del pecorino prodotto in piazza a Loculi nel 2019, sincerandosi delle sue dimensioni e accertando ufficialmente il primato mondiale.

Il pecorino sardo entrato nel grande libro del Guinness dei primati è stato realizzato il 12 maggio dello scorso anno, utilizzando qualcosa come 4.500 litri di latte ovino. Per l’occasione è stata costruita un’apposita forma in legno progettata da progettata da Anna Pitzalis della Primore Design&Comunicazione di Orroli e realizzata dalla falegnameria Ligas di Nurri.

Il formaggio pecorino rappresenta una delle eccellenze enogastronomiche italiane ed è stato inserito all’interno dell’Atlante Qualivita dell’Enciclopedia Treccani. Oltre ai 4.500 litri di latte, per realizzare la forma da record sono stati utilizzati anche 25 chilogrammi di sale, 700 millilitri di caglio e 200 grammi di fermenti lattici.

Il ‘Gigante del Cedrino’ è stato fatto usando la metodologia tradizionale: il suo record mondiale consente di riscoprire l’artigianalità e la cultura del territorio e di tutta la Sardegna, regione che in questo momento è alle prese con l’emergenza cavallette.

L’annuncio del primato mondiale è stato accolto con una grande festa a Loculi, nei cinque comuni della bassa Baronia Onifai, Loculi, Orosei, Irgoli e Galtellì e tra i soci produttori della Cooperativa La Rinacita di Onifai che hanno curato la produzione del ‘Gigante del Cedrino’.

Il sindaco di Loculi, Alessandro Luche, ha ricevuto il certificato del Guinness World Record. Il pecorino, invece, è stato tagliato e dato in degustazione, anche attraverso una distribuzione capillare su Internet, dove è stato possibile prenotarlo a pezzi di 500 grammi.