Pasqua 2020, i menù dei grandi chef che consegnano a domicilio

Gli chef stellati si affidano al servizio di delivery: ecco i menù proposti per il giorno di Pasqua

Pranzo Pasqua

Il mondo della ristorazione in Italia, ai tempi del Coronavirus, si sta dedicando anima e corpo al settore delle consegne a domicilio.

Il delivery rappresenta un sistema che consente ai ristoratori di svolgere le proprie attività anche durante la quarantena, continuando a offrire servizi ai clienti. Anche i grandi chef italiani stanno puntando molto sulle consegne a domicilio, soprattutto nella settimana che porta alla Pasqua, offrendo menù speciali in vista della festività.

Lo chef Massimiliano Alajmo, per esempio, consegna su ordinazione telefonica a Padova e Venezia sabato 11 aprile. Il menù completo, da 60 euro a persona, comprende: focaccia mediterranea con mozzarella di bufala; cicchetto con uovo farcito di tonno, Vol au vent agli asparagi e gamberi; pasticcio di candele spezzate con piselli e ragù di agnello allo zafferano; manzo in crosta di carciofi e pistacchio, patatine al forno e erbette saltate; sfoglia al cacao con crema al cioccolato granella di nocciola pralinata.

Sarah Cicolini, giovane cuoca abruzzese di casa a Roma ormai da anni, con Santo Palato offre un menù completo di Pasqua a 40 euro. Le portate: pizza al formaggio con corallina; vignarola con uovo poché; teglia di lasagna alle verdure oppure Timballo alla teramana oppure Cannelloni prosciutto, ricotta e crema di parmigiano; abbacchio al forno con patate o polpettone ripieno di castagne con patate novelle; torta limone e vaniglia. Consegna solo su prenotazione a Roma.

Il ristorante tre stelle Michelin “Da Vittorio” di Brusaporto, a Bergamo, ha attivato il servizio “Da vittorio at Home“. Il menù pasquale della famiglia Cerea, al costo di 100 euro a persona, comprende: cracker ai semi e sfoglia al parmigiano; cocktail di gamberi con cuore di lattuga; insalata di sgombro sott’olio con uova di quaglia e cipolle in agrodolce; tagliolini fatti in casa gratinati con prosciutto e punte di asparagi; capretto alla bergamasca al profumo di rosmarino con polenta, pancetta e patate; uovo pasquale; piccola pasticceria, pralineria, pane e grissini. La prenotazione avviene telefonicamente.

Gianluca Gorini, chef che ha conquistato la stella Michelin lo scorso anno, consegna a Bagno di Romagna e Cesena con prenotazioni aperte entro giovedì 9 aprile. Il suo ristorante daGorini propone un menù completo a 50 euro con tartelletta salata, cremoso al parmigiano, prosciutto crudo e piselli; carciofi ripassati sulla brace e pesto di erbe tostate; cappelletti ripieni di coniglio allo spiedo, infuso di erbe e pepe verde; agnello arrostito alla camomilla, fave, lattuga in agrodolce e latte di mandorla oppure Maialino di mora romagnola arrosto, nocciola salata, limone ed asparagi alla brace; zuppa Inglese “quasi come una volta”; piccola pasticceria; pane, grissini e crackers.

Paté di fegatini, nocciole e pan brioche e tagliatelle al ragù di cortile sono le portate principali del ristorante Gigliola dei tre chef stellati Lorenzo Stefanini, Benedetto Rullo e Stefano Terigi. Il menù include anche: Agnello laccato al forno; carciofi al vino, asparagi e purè; Paris brest alle nocciole e Pagnotta. La prenotazione avviene attraverso whatsapp: consegne a Lucca e dintorni la mattina di Pasqua.

Per prenotare da Per Me dello chef Giulio Terrinoni a Roma, si può mandare anche una mail. Le consegne avvengono sabato 11 aprile. Tante specialità della tradizione romana nel menù, che prevede: babà salato ripieno di paté di fegatini e caramello di cipolle; torta di patate e carciofi, bagnacauda moderna; cannelloni alle tre carni con fonduta di pecorino affumicato, asparagi, uovo mimosa; porchetta di agnello, topinambur alla romana e cicoria alla romana; ricordo di ricotta e caffè; tozzetti, frutta secca e cioccolato.

Restando a Roma, lo chef Angelo Troiani del Convivio Troiani ha studiato una carta dei piatti per il delivery: pronti o da ultimare a casa. La selezione rispetta la vocazione biologica del ristorante, da sempre attento alle materie prima. Il menù: capasanta gratinata, mascarpone, agretti, aglio nero; supplì giallo zafferano, cacio cavallo e broccoletti; lasagna di sfoglia alla spirulina con funghi, besciamella di more oppure lasagna c’era una volta con sugo di carne, mozzarella, parmigiano; rollè di agnello con frittata di asparagi selvatici e carciofi. I clienti possono ordinare anche i vini della carta, prenotando entro sabato 11 aprile.

Ricette creative e divertenti, con ingredienti tradizionali per Daniel Canzian dell’omonimo ristorante milanese fra Brera e porta Nuova. Il menù di Pasqua comprende: crostata agli asparagi e primizie primaverili; “Pan bagna?” alla livornese, paccheri ripieni di borragine, erbette spontanee, ricotta di bufala e salsa alle noci. Due i secondi a scelta: branzino da lenza alla ratatouille di verdure primaverili con pistacchi tostati o arrostino di vitello al forno servito con il suo sugo di cottura, con contorno di timballo di patate e ortaggi di stagione. Per dessert sfera di cioccolato omaggio ad Arnaldo Pomodoro, con salsa ai frutti esotici. La consegna a domicilio è prevista per sabato 11 aprile con ordinazioni accettate entro le ore 12 del giorno precedente.