Avvistata una pantera: scatta l'allarme nelle Marche

Un grosso felino che, dalla descrizione, sembrerebbe essere una pantera è stata avvistata sulle colline di Ripatransone: è allarme nelle Marche

Allarme pantera in Italia

Allarme pantera nelle Marche e, più precisamente, nel comune di Ripatransone, in provincia di Ascoli Piceno, dove negli ultimi giorni è stato avvistato un grosso felino che, dalla descrizione, sembrerebbe essere proprio una pantera.

L’allerta scattato in paese ha reso necessario un intervento ufficiale del Comune di Ripatransone, che lo scorso 31 luglio, su ‘Facebook’, ha diffuso un comunicato per dei “chiarimenti” sulla vicenda.

Nel testo si legge: “A partire dal giorno 09/07/2020 sono stati registrati nel territorio comunale di Ripatransone avvistamenti di un felide di grosse dimensioni riconducibile al genere della pantera. Nell’area interessata dalle segnalazioni sono stati effettuati sopralluoghi dalle autorità competenti, l’ultimo in data 30/07 in corrispondenza del luogo in cui è stato registrato l’avvistamento più recente. La relazione di servizio redatta è stata trasmessa agli organi superiori e la situazione è in continuo monitoraggio. Si sta valutando la possibilità di installare apposite foto-trappole per individuare l’eventuale presenza dell’animale e verificare la compatibilità tra specie reale e specie segnalata. Il Sindaco di Ripatransone è in costante contatto con i Carabinieri Forestali che seguono il caso”.

Successivamente alla nota del Comune di Ripatransone, i Carabinieri Forestali hanno piazzato le foto-trappole nella zona in cui, nei giorni scorsi, è stato avvistato il grosso felino. L’area è molto vasta e la terra secca rende complicato individuare eventuali tracce della presenza dell’animale. L’unico indizio trovato nelle ultime ore è stato a ridosso di una sorgente d’acqua, poco distante dall’ultimo avvistamento, in cui sono state ritrovate numerose piume di gallina e della terra smossa, segno che un animale abbia mangiato lì. Proprio in quel punto è stato piazzato uno dei dispositivi.

Nell’eventualità in cui gli obiettivi fotografici dovessero immortalare davvero la pantera o un altro animale pericoloso, spetterà alla Questura decidere come agire. L’ipotesi più probabile, al momento, è che si cercherà di catturare l’animale e di portarlo in un habitat a lui più consono. I provvedimenti adottati dopo l’allarme pantera sulle colline di Ripatransone non si fermano, però, alle foto-trappole: si sta anche valutando, infatti, se isolare la zona, vietando l’accesso ai percorsi di mountain bike.

Nei giorni scorsi ha fatto discutere in Trentino la nuova fuga dell’orso M49, scappato per la seconda volta dal recinto Casteller. Un altro orso è stato avvistato in Piemonte, dove questo animale non si vedeva da un secolo. In Puglia, invece, e più precisamente in Salento, è stato catturato un lupo che aveva morso una turista.