In Val Gardena apre il nuovo Balcone panoramico Dolomites Unesco

Posto a 2.200 metri di altezza, offrirà la possibilità di godere di una vista mozzafiato su tutte le alpi dolomitiche

Balcone Panoramico Dolomiti

In Val Gardenia apre un nuovo Balcone Panoramico Dolomites Unesco, sull’Ape Mastlé, a Santa Cristina, a circa 2200 metri di altezza sopra il livello del mare.

I balconi panoramici sono punti particolarmente affascinanti che permettono di godere in posizione privilegiata delle caratteristiche geologiche e paesaggistiche delle Dolomiti. In Alto Adige ne esistono due: il primo si trova nei pressi di Dobbiaco, mentre il secondo verrà inaugurato domenica 16 giugno nel Parco Naturale di Puez-Odle, Comune di Santa Cristina. Il nuovo balcone della Val Gardena sarà una vera e propria terrazza a cielo aperto, comodamente raggiungibile perché posto non lontano dalla stazione a monte della cabinovia del Col Raiser. Con i suoi 2.200 metri di altezza, offrirà una vista mozzafiato su tutto lo straordinario panorama delle Alpi dolomitiche.

Il nuovo Balcone Panoramico Dolomites, patrimonio mondiale dell’Unesco, è stato costruito sul Mastlé/Col Raiser prestando particolare attenzione all’edilizia eco-sostenibile. La struttura è stara realizzata in acciaio e, al suo centro, è stata riempita utilizzando sia terreno che materiale roccioso esistente in loco. Per aiutare i visitatori ad orientarsi durante quella che si annuncia come un’esperienza unica, è presente un elenco che mostra tutti i picchi visibili dal balcone panoramico. Il tutto è stato costruito tenendo in considerazione l’estrema sensibilità di un contesto naturale da salvaguardare, così da creare una struttura strettamente legata all’ambiente circostante.

Il nuovo balcone panoramico

Questo gioiello incastonato nel panorama delle Alpi dolomitiche, è frutto di un accordo raggiunto con la Fondazione Dolomiti Unesco che prevede la realizzazione di una serie di balconi panoramici nelle aree interessate dal patrimonio mondiale in Trentino, in Alto Adige e nelle province di Udine, Pordenone e Belluno. Un modo per incrementare il grado di conoscenza delle Dolomiti, andando ad illustrarne la bellezza paesaggistica e l’importanza dal punto di vista geologico e geomorfologico. Tutto è iniziato con il primo balcone panoramico, inaugurato nel 2015 sul sul Monte Specie/Strudelkopf, nel parco naturale di Fanes-Senes-Braies nel comune di Dobbiaco.

Il prossimo è quello della Val Gardena che aprirà i battenti domenica 16 giugno 2019. All’inaugurazione saranno presenti l’assessore provinciale alla tutela del paesaggio  Maria Hochgruber Kuenzer, la direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco Marcella Morandini, il sindaco di S. Cristina Mortiz Demetz e il presidente dell’associazione turistica Ezio Pinoth. L’ideale taglio del nastro avverrà alle ore 11.00 e per l’occasione, verranno serviti dei piatti tradizionali ladini sull’Alpe Mastlé.