Napoli è la città dei dolci in Italia: la classifica

Il capoluogo campano è primo per numero di aziende attive nel settore dolciario davanti a Roma e Milano

Dolci

Napoli è la capitale italiana dei dolci, la regina incontrastata nelle imprese dolciarie del paese. Il capoluogo campano guida la classifica delle presenze sul territorio nazionale, davanti a Roma e a Milano.

Nella speciale graduatoria delle città italiane con la maggiore presenza di imprese dolciarie, Napoli è in testa con 2.427 aziende. Numeri in crescita per il capoluogo della Campania che registra un aumento del 7,7 % negli ultimi cinque anni. A stilare i dati della classifica è stata la Camera di commercio di Milano, Monza, Brianza, Lodi, in occasione della promozione del logo “Panettone tipico della tradizione artigianale milanese” e dell’evento “Happy Natale Happy Panettone”, in programma a Palazzo Bovara il 14 e il 15 dicembre.

Napoli in testa davanti a Roma. La capitale occupa il secondo posto nella classifica delle città italiane con la maggiore presenza sul territorio di imprese dolciarie con 1.875 esercizi e un aumento del 6,7% negli ultimi cinque anni. In terza posizione, sul gradino più basso del podio, troviamo Milano. La city lombarda vanta 1.975 imprese dolciarie e un aumento quinquennale pari al 5,2%.

Quello legato ai dolci continua ad essere un business molto importante in Italia. In totale, nell’intera penisola, sono 40.483 le aziende di comparto attive nella produzione e nel commercio di prodotti da forno. Un vero e proprio mondo a parte che riesce a dare lavoro a circa 167 mila addetti. I lavoratori nel campo dei dolci sono in crescita e si registra un aumento del 9% negli ultimi cinque anni.

Nella classifica realizzata con i dati rilevati dalla Camera di commercio, dopo il podio occupato nell’ordine da Napoli, Roma e Milano, troviamo Torino. Il capoluogo piemontese è al quarto posto con 1.844 aziende dolciarie presenti sul territorio e un aumento del 5% da cinque anni a questa parte. Dopo Torino, seguono Palermo al quinto posto, Catania al sesto e Bari al settimo. Ottava posizione, infine, per Salerno che è la prima città per crescita tra i principali centri dolciari con un aumento dell’11%.

Per quanto riguarda gli addetti ai lavori, invece, la prima città in Italia è Milano con oltre 9 mila lavoratori, seguita da Roma con circa 7 mila e poi da Napoli e Torino, entrambe a quota 6 mila. La Lombardia resta la regione che offre più lavoro nel settore dolciario, con una business che supera i 2 miliardi l’anno.