Una "medusa bottone blu" spunta nel porto di Rosignano

Una insolita medusa bottone blu è stata avvistata nelle acque nei pressi di Cala de' Medici, a Rosignano, da un gruppo di bambini: ecco che cos'è

Medusa bottone blu

Settembre è spesso il mese in cui lungo diversi tratti della costa italiana è possibile scorgere le meduse. Quella avvistata a Rosignano, di fronte alla spiaggia nei pressi di Cala de’ Medici, è però una specie decisamente insolita e rara nei nostri mari: una medusa bottone blu.

Medusa bottone blu a Rosignano

A scoprire la medusa sono stati alcuni bambini che stavano trascorrendo gli ultimi giorni di vacanza con le famiglie sul litorale toscano. Ad attirare la loro attenzione è stato l’aspetto: piccola, di un blu acceso e con tentacoli che ricordano la corolla di un fiore. A quel punto, come riporta ‘Il Tirreno’, i bambini hanno messo la medusa in un secchiello e sono corsi a mostrarla ai genitori, che osservandone la particolarità hanno contatto l’Acquario di Livorno per chiedere informazioni su come comportarsi. 

“Il mare era poco mosso, hanno visto questa piccola cosa blu che si muoveva lentamente – ha detto la madre dei bambini a ‘Il Tirreno’ – Non l’avevano mai vista e francamente, anche se vengo al mare qui da decenni, neppure io. Anzi, sono di origine campane e nemmeno lì ho mai trovato nulla di simile. Ovviamente ho pensato subito di contattare per il ritrovamento l’acquario di Livorno, nello specifico il biologo”.

Gli esperti hanno consigliato di rimetterla in acqua, possibilmente al largo, confermando che l’avvistamento è sì raro, ma non unico: la medusa “bottone blu” è già stata avvistata in altre zone d’Italia, tra cui anche in Puglia, Campania e Liguria, anche se il suo habitat è prevalentemente l’oceano, in particolare quello Indiano.

Cos’è la “medusa bottone blu”

La Porpita Porpita è comunemente chiamata “medusa bottone blu” per la sua somiglianza con un bottone, appunto, anche se in realtà non è una medusa ma un idrozoo, e cioè una colonia di polipi, zooidi, che si organizzano formando una struttura rotondeggiante e chitinosa chiamata pneumatoforo, di pochi centimetri di diametro. Alla stessa famiglia appartengono anche le velelle, anche loro blu e più comuni nel mar Mediterraneo, e le caravelle portoghesi.

La medusa bottone blu è un organismo che si lascia trasportare dalle correnti marine, non avendo la capacità, così come tutti gli organismi planctonici come appunto anche le meduse, di nuotare contro corrente.