Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

Il mare di Capalbio fa litigare il sindaco di Orbetello e Calenda

Botta e risposta tra Calenda e il sindaco di Orbetello Andrea Casamenti: la polemica è nata sui social per la presenza di plastica nel mare di Capalbio

Calenda e la spiaggia a Capalbio

Si è accesa un’aspra polemica tra Carlo Calenda e il sindaco di Orbetello per le parole del leader di Azione che si è lamentato per la presunta di plastica nel litorale toscano.

Capalbio, la polemica tra Calenda e il sindaco di Orbetello

La polemica, come succede spesso in questi casi, è nata sui social network. Carlo Calenda, in villeggiatura a Capalbio, location premiata con le 5 Vele di Legambiente per il mare più bello d’Italia nel 2020, ha scelto i suoi profili di Facebook e Twitter per manifestare il proprio dissenso nei confronti del mare toscano:

“Il litorale toscano altezza Capalbio Ansedonia è da giorni letteralmente invaso dalle plastiche – ha scritto il leader di Azione nonché uno dei senatori della Repubblica Italiana – brillante gestione del Comune di Orbetello che così pulisce la Laguna in mare. Poi parliamo di ambiente e idrogeno”. Il post di Calenda è stato corredato da una foto che ritrae una mano sorreggere dei pezzi di plastica raccolti in acqua dallo stesso Senatore.

Le parole di Carlo Calenda sul mare toscano

Calenda ha poi rincarato la dose con un intervento al Corriere della Sera: “Frequento questo luogo da 25 anni ma l’arrivo di plastiche di questi giorni è surreale – ha spiegato il leader di Azione – la foto che ho fatto ieri è frutto di quello che ho raccolto facendo un semplice tuffo in mare. I gestori dello stabilimento sostengono che solitamente quando si ha la concomitanza dei due fattori, scirocco e operazione di apertura della Laguna si ha uno sversamento di materiali dalla Laguna in mare. A volte può essere, ma in questi giorni ci troviamo davanti a un evento sicuramente straordinario.

Il sindaco dice che non è possibile che le plastiche passino dalla Laguna anche perché esiste un meccanismo che dovrebbe filtrare e non far passare neanche le alghe. Io questo non lo so ma attenziono con serietà un problema che è molto serio e che a questo punto va capito dalle autorità competenti nella dinamica reale”.

La risposta del sindaco di Orbetello

La replica del sindaco di Orbetello Andrea Casamenti non si è fatta attendere ed è arrivata con il seguente post pubblicato su Facebook: “Le plastiche che escono dalla laguna non si era mai sentita. Sicuramente è scherzi a Parte – ha scritto il primo cittadino – Mi chiedo se Il Dott. Calenda abbia idea di cosa sia la Laguna di Orbetello. Nella laguna ci sono le alghe e non le plastiche e le alghe sono bloccate da uno strumento che si chiama sgrigliatore sempre in funzione. Le plastiche vengono portate dal mare a prescindere e nel Comune di Orbetello vengono tolte ogni giorno tramite addetti”.

Successivamente il sindaco Andrea Casamenti è intervenuto anche al Corriere Fiorentino per rispondere a Calenda: “Sono risentito assieme a tutta la popolazione del mio comune – ha spiegato il sindaco – il leader di Azione ha detto una sciocchezza gigantesca perché chiunque sappia cosa è la Laguna di Orbetello sa che abbiamo lo sgrigliatore di alghe e non di plastica che non sono in Laguna e quindi se c’è un problema legato alle plastiche questo è dovuto a un problema generale del mare Mediterraneo. Quando poi c’è lo Scirocco, che in questo periodo persiste, è naturale che dal largo arrivi, ahimè, tutto quello che viene gettato nel nostro mare”.