Liguria si prepara ai mondiali del Pesto in vista della candidatura a Patrimonio Unesco

Dal 12 al 18 marzo, il Campionato del mondo di pesto al mortaio colorerà di verde le principali piazze liguri

Verde, profumato, cremoso. Il pesto che si produce in Liguria è uno degli alimenti più apprezzati d’Italia. In occasione del campionato mondiale del pesto al Mortaio che si terrà presso il palazzo Ducale di Genova il 17 marzo, il capoluogo ligure si colorerà del verde intenso che caratterizza il tipico condimento ligure fato di basilico, aglio, un filo d’olio e pinoli.

In occasione dei mondiali Genova la “Superba” si colorerà delle più gustose sfumature di verde da 12 al 18 marzo anche per sostenere la candidatura del pesto genovese al mortaio come patrimonio Unesco.

Il percorso per il riconoscimento del condimento genovese a rango di cibo patrimonio dell’umanità era già iniziato nel 2015 e nei prossimi mesi dovrebbe essere finalmente essere preso in considerazione dal Comitato Interministeriale italiano dell’Unesco, un passaggio obbligato che permetterà all’alimento italiano di essere inserito nella “tentative list” e preso in considerazione dalla Commissione dell’Unesco che ogni anno decreta i luoghi e prodotti meritevoli di essere considerati patrimonio inestimabile della cultura, inventiva e bravura umana.

I ristoratori, i commercianti e i rappresentanti dei principali locali di Genova e dell’intera Liguria parteciperanno alla settimana verde con proposte di alimenti a base di pesto. Manicaretti frutto dell’inventiva e della bravura di chef e ristoratori da poter assaggiare con degustazioni ed esposizioni di gusto che non solo ingolosiranno i numerosi partecipanti alla kermesse culinaria, ma che proveranno anche a rinsaldare la percezione di genuinità e di unicità che fin dai primi anni del XIX secolo contraddistinguono l’inconfondibile condimento verde smeraldo.

La giornata da non lasciarsi sfuggire è il 17 marzo quando i principali prodotti realizzati durante il mondiale verranno veicolati sul Social Network con l’hashtag #WorldPestoday per tentare di invadere anche smartphone e schermi degli internauti e suscitare l’interesse  di quelle persone che conoscono poco l’alimento verde, frutto dell’amalgama di raffinato basilico, pregiato olio e aromatico aglio.

Ad accompagnare i festeggiamenti sono previsti anche fuori pirotecnici rigorosamente dal colore verde, offerte di prodotti a base di pesto che vanno dal classico sugo da accompagnare alla pasta fino ai gelati realizzati con il pesto.

Sabato 17 marzo 100 contendenti, di cui 50 liguri, 25 italiani e 25 stranieri, si contenderanno lo scettro di campione del mondo di Pesto al Mortaio. Domenica poi la festa si allargherà a decine di piazze liguri, dove verranno offerti piatti a base del condimento che nel giro di pochi mesi potrebbe diventare patrimonio mondiale dell’umanità

Pubblica un commento