La meraviglia sotterranea della cattedrale di Realmonte

Incastonata a decine di metri sottoterra, la cattedrale di origine salina è uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Sicilia

realmonte 1

Le terre siciliane custodiscono tesori di rara bellezza e non di rado anche architetture particolari e stravaganti, che animano la curiosità e suscitano meraviglia. Uno di questi luoghi si trova in prossimità di Agrigento, a Realmonte, in un’antica cava da cui si estrae il salgemma, un giacimento formatosi migliaia di anni fa e che oggi contribuisce in maniera incisiva all’economia siciliana. Nelle profondità di questo luogo, dove i riflessi del sale si rifrangono nelle viscere della terra, la fantasia e la dedizione dei minatori che hanno rischiato la vita tra gli spazi angusti del luogo hanno edificato una particolarissima cattedrale, completamente scavata nel sale, un luogo di culto quanto meno originale incastonato a 100 metri di profondità tra gallerie e cunicoli.

Realmonte 22

La Cattedrale ha dimensioni invidiabili: misura 20 metri di larghezza e 8 di altezza e arriva misurare 100 metri di lunghezza, uno spazio enorme, posizionato sotto decine di metri dalla superficie terrestre. Nel singolare luogo, che può ospitare fino a 800 persone, sono posizionate numerose opere e manufatti come bassorilievi, acquasantiere e diversi crocifissi.

In questi spazi angusti, ma di indubbio fascino, ogni 4 dicembre si celebra una messa in onore di Santa Barbara che richiama nelle viscere della terra centinaia di fedeli. Indubbiamente un controsenso se si pensa che nel sottosuolo è sempre stato relegato, nelle credenze cristiane, tutto ciò che è lontano dalla luce e quindi dalla bontà divina, ma il luogo di culto scolpito nel sale dimostra invece che le preghiere non conoscono vincoli di sorta e che anzi attecchiscono anche lì dove meno ci si aspetterebbe.

Realmonte 11

Per visitare queste meraviglie sotterranee non è necessario aspettare gli inizi di dicembre, quando si celebra la messa in onore della protettrice dei minatori.  I capolavori naturali conservati nelle viscere di Agrigento possono essere visitati ogni ultimo mercoledì del mese. Ai corridoi sotterranei è possibile accedervi tramite un servizio navetta che accompagna il visitatore direttamente sotto terra ad ammirare gli spazi suggestivi arricchiti dalle sculture di sale della Sacra Famiglia e del Gesù Crocifisso e il rosone naturale scolpito dalle forze della natura che ha trovato in questo luogo così denso di sacralità la sua naturale disposizione.