Il miglior gelato del mondo è italiano ed è al gusto di pistacchio

A vincere la finale del Gelato World Tour, che ha visto sfidarsi gusti da tutto il mondo, un gelataio di Spoleto con il suo mix di pistacchi

Senza titolo-1

Il miglior gelato del mondo? È spoletino e ha il sapore di pistacchio. La serata finale del “Gelato World Tour”, il grande evento organizzato presso il parco Federico Fellini di Rimini, che ha visto sfidarsi i migliori gelatieri del mondo con gusti originali e innovativi, ha incoronato Alessandro Crispini, della gelateria Crispini di Spoleto.

Senza titolo-2

Dopo aver attentamente scandagliato le sfumature del gusto, la consistenza della struttura e la bellezza della presentazione dei gelati in concorso, veri e propri trionfi di sapori e bellezza estetica, a prevalere sugli altri 36 capolavori presentati è stato il gelato al pistacchio italiano, uno dei gusti più apprezzati dagli amanti della bontà fredda. Il segreto? Naturalmente gli ingredienti. Per esaltare al massimo il sapore inconfondibile del pistacchio il gelataio campione del mondo ha utilizzato un amalgama di tre varietà differenti di pistacchi siciliani, due provenienti da Bronte, capitale indiscussa della coltivazione della “Pistacia Vera”, l’albero da cui si ricavano i preziosi semi che vantano il marchio DOP della denominazione di origine protetta, e una variante prodotta nell’agrigentino. L’aggiunta di un pizzico di fior di sale di Cervia ha completato il capolavoro di sapori che ha garantito il primo posto al gelataio umbro.

Senza titolo-3Vietato pensare a una vittoria scontata. Nonostante il pistacchio possa sembrare un gusto banale, quasi la scelta per antonomasia per chi ha voglia di gustare un buon gelato, il prodotto realizzato da Alessandro Crispini è frutto di uno studio meticoloso e di numerose sperimentazioni. Le tre varietà di pistacchio scelte come ingredienti per il concorso mondiale sono stati tostati per 24 ore e infine scottate con zucchero e bacche di vaniglia del Madagascar.

Senza titolo-4

Nonostante le numerose nazioni che hanno presentato le proprie creazioni alla kermesse dedicata alla bontà ghiacciata, anche il secondo posto è stato conquistato da una creazione italiana, frutto della dedizione di Guido e Luca Del Rocco, il gelato “Tributo alla Serenissima” si è presentato come un trionfo di gusto e colori: il sorbetto di uva fragola e noci caramellate ha conquistato il palato e lo sguardo dei giudici conquistando il secondo posto . Terzo posto, invece, per la colombiana Daniela Lince Ledesma di Medellin con il gusto “Amor-Acuyà”, una mescolanza frutto della passione, panna e cioccolato sud americano che è valso il gradino più basso del podio.

Pubblica un commento