Golfo Aranci, crociata vip per le ostriche: caso in Parlamento

Presentata in parlamento un'interrogazione a sostegno del comitato per salvare il Golfo di Aranci in Gallura dall'apertura di un allevamento di ostriche

Golfo Aranci

La battaglia di cittadini e di vip che protestano contro l’apertura di un allevamento di ostriche e mitili nello specchio di mare di fronte alla spiaggia dei Baracconi del Golfo Aranci, in Gallura, approda in parlamento.

Il deputato Luciano Nobili, componente della Commissione Bicamerale Ecomafie, ha presentato al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa un’interrogazione a sostegno del comitato ‘Salviamo la costa del Golfo Aranci‘. Nell’interrogazione depositata, Luciano Nobili ha sottolineato il lavoro svolto dal comitato attraverso una grande mobilitazione civica.

Sono stati acquisiti diversi pareri scientifici che spiegano per gli effetti negativi riguardanti l’apertura dei un allevamento di ostriche a Golfo Aranci, inserito nella lista dei 45 luoghi italiani in pericolo e ritenuto di notevole interesse paesaggistico e ambientale. In merito sono state raccolte migliaia di adesioni e la raccolta di firme online ha superato quota 45 mila sottoscrizioni.

Anche diversi personaggi pubblici, del mondo della televisione e dello spettacolo hanno aderito: tra questi ci sono Licia Colò, conduttrice televisiva, autrice e scrittrice nota per la sua lunga attività di divulgazione scientifica, e Lina Wertmuller, regista, sceneggiatrice e scrittrice italiana, la prima donna a essere mai stata candidata al premio Oscar come miglior regista.

Il deputato Luciano Nobili ha chiesto al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa di assumere ogni iniziativa di sua competenza per scongiurare un grave danno ambientale collegato alla realizzazione dell’allevamento di ostriche e mitili a Golfo Aranci in Sardegna, tra le regioni preferite dagli italiani per le vacanze.

Il comitato ‘Salviamo la costa del Golfo Aranci’ attraverso una lettera, si è rivolto al Ministro Costa e ha interpellato anche il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, chiedendo che venga garantita la conservazione dell’habitat e della prateria di Posidonia presente, nonché delle principali specie marine individuate nel sito, attraverso la revoca della concessione per l’impianto di molluschicoltura o l’individuazione di un’area fuori dal territorio golfarancino, più idonea e meno fragile dal punto di vista ambientale.

Un gruppo di 22 consiglieri regionali di opposizione, inoltre, hanno depositato una mozione a sostegno della loro battaglia. Golfo Aranci in Gallura, luogo che vanta due spiagge che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento delle 5 vele 2020, è considerata di notevole interesse paesaggistico e ambientale ed è stata individuata anche come zona di pregio per uno sviluppo turistico sostenibile. Il comitato ritiene che sia opportuno adoperarsi scrupolosamente per evitare un irreparabile danno alla bellezza e all’ambiente del territorio sardo.