La Galleria diventa una milonga: Il tango di Roberto Bolle e Nicoletta Manni rapisce Milano

Durante "On Dance", la Galleria Vittorio Emanuele si trasforma in una milonga grazie ai ballerini Roberto Bolle e Nicoletta Manni

La Galleria Vittorio Emanuele II , ricolma di tangueros, si tramuta in un’immensa e affascinante sala da ballo grazie a Roberto Bolle, il più noto esponente della danza italiana e Nicoletta Manni, prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano.

Le sonorità argentina delle suadenti note del tango hanno riecheggiato fino a tarda sera nel cuore pulsante di Milano in occasione di una delle ultime serate di “On Dance“, la festa del movimento e del ballo che dall’11 al 17 giugno ha invitato centinaia di partecipanti a muoversi ed esprimersi con il linguaggio del corpo, in un tripudio di armonia e sinuosità travolgente.

Attorno alle eleganti evoluzioni primo ballerino al mondo a essere sia Étoile del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York e della ballerina nata a Santa Barbara di Lecce, si è subito formata una folta folla di curiosi.

Travolti e ammaliati dalle meravigliose movenze dei due ballerini, centinaia di persone hanno partecipato ai balli cadenzati dai ritmi del tango, tramutando così una delle più belle gallerie d’Italia in una gigantesca milonga.

A dare il meglio di sé c’erano anche Laura Borromeo ed Hernan Brusa ballerini e maestri di tango che hanno contribuito ad incantare fan e passanti.

On Dance, l’evento diretto da Roberto Bolle ha contaminato ampi spazi del perimetro cittadino con esibizioni, happening, flash mob e occasioni d’incontri di profonda e consistente caratura attraverso una settimana dedicata alla cultura della danza in tutte le sue più affascinanti e mirabolanti sfaccettature.

L’Etoile dei due mondi ha conquistato anche il pubblico meno interessato alla danza con manifestazioni estemporanee come l’esaltante flash mob realizzato nel cuore pulsante di Milano tra i passanti rapiti dai passi di danza e quelli del corpo dei ballerini della Scala che assieme a un notevole numero di street dancer, sulle note di “Fame”, una delle canzoni più note al grande pubblico legate alla bellezza del ballo, hanno intrattenuto centinaia di curiosi, stupiti e meravigliati per il bell’evento.