Cos'è la meridiana del Duomo di Milano e altre curiosità

Per dieci settimane si potranno scoprire i segreti della celebre cattedrale attraverso tour virtuali sui social

Cos'è la meridiana del Duomo di Milano e altre curiosità

Il Duomo di Milano si racconta in un modo inedito e suggestivo.
Tutti i lunedì alle ore 15
, per dieci settimane, saranno pubblicati sul sito e sui canali social ufficiali del Duomo dei brevi tour virtuali, ispirati ad alcuni dei temi più affascinanti della cattedrale meneghina.

Partendo dalla Meridiana del Duomo, si scopriranno di volta in volta tantissime curiosità legate al monumento simbolo di Milano.

Ogni tour virtuale darà l’occasione agli utenti di esplorare la storia, l’arte, l’architettura e le opere racchiuse nel complesso monumentale famoso in tutto il mondo, permettendo a chiunque lo vorrà di conoscere e apprezzare sempre di più un patrimonio di inestimabile valore culturale e artistico.

I temi scelti per la rubrica sono la Meridiana, il Tintoretto, le Sacrestie, i Campanili e le Campane, l’Arte Vetraria, il Paliotto di San Carlo, i danni di guerra, la Galleria di Camposanto, le indorature della Madonnina e il dizionario delle Terrazze.

Il progetto nasce con l’intento di offrire ai visitatori un modo alternativo di conoscere le meraviglie del Duomo di Milano, attraverso le foto storiche e attuali racchiuse nell’Archivio della Veneranda Fabbrica, che racconta sei secoli di vita non soltanto del monumento, ma della città intera e del popolo che l’ha costruita.

In questi giorni in cui il Duomo di Milano è chiuso a causa dell’emergenza Coronavirus, gli utenti avranno modo di vivere da casa emozionanti percorsi alla scoperta dei segreti della più importante chiesa gotica italiana.

Il primo video è stato dedicato alla Meridiana del Duomo, che ha regolato tutti gli orologi del capoluogo meneghino fino al XIX secolo. Realizzata nel 1786 dagli astronomi dell’Accademia di Brera, la linea meridiana consiste in una striscia di ottone incassata nel pavimento, parallela alla facciata, che attraversa per tutta la larghezza la cattedrale e si conclude rialzandosi sulla parete nord, in corrispondenza del solstizio invernale.

Sulla Meridiana sono indicati anche i segni zodiacali, con il mese ad essi corrispondente. Nella prima campata sud, a circa 24 metri dal pavimento, si trova il foro che permette il passaggio del fascio di luce solare, che rimane visibile per circa mezz’ora, quindici minuti prima e dopo del “mezzogiorno vero”.

Il mezzodì indicato dalla Meridiana del Duomo di Milano non è, infatti, quello dell’orologio, basato sul meridiano di Greenwich, ma è spostato di circa 25 minuti e corrisponde al passaggio del sole sul meridiano locale.