Dove comprare casa? Ecco le città migliori per ambiente e costi

Qualità della vita e prezzi convenienti: la top ten per chi cerca casa puntando al risparmio e alle città più "green" d'Italia

Dove comprare casa? Ecco le città migliori per ambiente e costi

Comprare casa a prezzi convenienti nelle città più pulite d’Italia. Per sapere dove andare a colpo sicuro, Immobiliare.it ha stilato una top ten delle località in cui chi cerca casa può risparmiare e al contempo avere la garanzia di vivere in un ecosistema urbano pulito e poco inquinato. La classifica si basa sui risultati del rapporto “Ecosistema Urbano 2016” di Legambiente, che annualmente fotografa la situazione delle città italiane esaminando quattro fattori: l’aria, l’acqua, i rifiuti e la mobilità.

In cima alla classifica delle città migliori in cui comprare casa, troviamo Gorizia, al terzo posto nella classifica nazionale degli ecosistemi urbani migliori, da sempre una delle più green d’Italia. Nella cittadina del Friuli-Venezia Giulia, i prezzi delle case al metro quadro sono pari a 975 euro, contro i 1.940 euro della media nazionale.

Valutazione ambientale e costi bassi premiano anche Oristano, dove per una casa si spendono 1.220 euro al metro quadro. Sul gradino più basso del podio c’è Macerata, che si è aggiudicata il primato come città più ecologica d’Italia, distinguendosi per i valori bassi di polveri sottili PM10, la raccolta differenziata e l’incremento dell’utilizzo di fonti rinnovabili. Comprare casa nella città marchigiana costa 1.245 euro al metro quadrato.

Per chi vuole vivere al Nord, spendendo poco e avendo la garanzia di trovarsi in una località pulita, al quarto e quinto posto della top ten troviamo Belluno e Pordenone, dove i prezzi medi degli immobili sono pari rispettivamente a 1.257 e 1.303 euro al metro quadro.

Al Sud, la scelta migliore per chi vuole spendere poco e vivere “green” è quella di comprare casa a Foggia, non solo per i prezzi degli immobili, che qui si aggirano sui 1.329 euro al metro quadro, attestandosi tra più bassi della media nazionale, ma anche perché è al sedicesimo posto della classifica “Ecosistema Urbano 2016”.

Qualità della vita e prezzi bassi si coniugano perfettamente anche ad Ascoli Piceno, dove i costi di un immobile sono pari a 1.577 euro al metro quadro. Infine, nelle posizioni più basse della top ten stilata da “Immobiliare.it” troviamo Parma, Cuneo e Ravenna, dove i prezzi degli immobili superano i 1.800 euro al metro quadro, pur rimanendo al di sotto della media nazionale, andando a coniugarsi ad una buona valutazione dell’ecosistema urbano.