Cremona: il nuovo "Museo verticale del Torrazzo" dedicato al tempo

Il nuovo "Museo verticale del Torrazzo" è dedicato alla misurazione del tempo e si trova in uno dei luoghi simbolo di Cremona

Museo nel Torrazzo del duomo di Cremona

Un museo verticale dedicato alla misurazione del tempo. L’affascinante progetto è diventato realtà all’interno del Torrazzo, la torre campanaria della Cattedrale di Cremona uno dei simboli più noti della città lombarda.

La tematica non è stata scelta a caso, infatti sulla torre campeggia un grande orologio astronomico e quindi il luogo non poteva essere più indicato.

Il progetto del “Museo verticale del Torrazzo” è dell’Ufficio Beni Culturali della diocesi di Cremona ed è stato realizzato all’interno di quella che di fatto è la torre campanaria medievale più alta d’Europa, infatti supera i 112 metri d’altezza.

Una struttura che è un vero e proprio connubio di diversi stili architettonici, impreziosita dall’orologio astronomico che ancora oggi funziona con il meccanismo originale datato 1582. Un altro primato spetta quindi proprio a lui, che viene considerato uno dei più grandi al mondo con un quadrante che supera gli otto metri di diametro. Nella sala del Quadrante, che era già esistente, si può scoprire di più proprio sull’orologio.

Tre le nuove sale che sono state allestite per il museo verticale. In quella del Meccanismo si può ammirare il sistema di ingranaggi.  Nella Sala della Misura del tempo si può esaminare come veniva percepito lo scorrere del tempo nella storia. Nella Sala dell’Astronomia, invece, conoscere di più sullo spazio. A tal proposito viene proposta ai visitatori anche un’installazione del Pendolo di Foucault.

Ogni anno sono circa 80 mila i biglietti che vengono emessi per salire sul Torrazzo, 502 gradini al termine dei quali si può godere di una vista incredibile non solo della città. Infatti se si è fortunati, e il meteo lo consente, si può arrivare ad estendere lo sguardo anche oltre.

Il taglio del nastro del Museo verticale del Torrazzo è avvenuto l’11 novembre, la struttura si può visitare dalla mattina alle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 18.

Il Torrazzo è uno dei monumenti più noti della città ed è uno dei suoi simboli più famosi, insieme a Stradivari e ai violini, la città infatti è ricca di liutai che proseguono con questo mestiere e sapere antico. Va anche ricordato che il “Saper fare tradizionale del violino a Cremona” è iscritto dal 2012 nella lista rappresentativa del Patrimonio Immateriale dell’Umanità Unesco.

Pubblica un commento