Coronavirus, zero contagi nel paese del Prosecco

Monfumo, paese del Prosecco, non ha registrato contagi dall'inizio della pandemia di Coronavirus: è uno dei pochi comuni rimasto immune nel Nord Italia

Coronavirus, zero contagi nel paese del Prosecco

Monfumo, il paese del Prosecco, ha registrato 0 contagi di Coronavirus dall’inizio della pandemia in Italia. Il piccolo comune in provincia di Treviso (che conta 1300 anime) è uno dei pochi del Nord a vedere la sua casella dei contagiati dal Covid-19 ancora ferma a quota zero.

Ma come ha fatto? Grazie alla distribuzione delle mascherine casa per casa, in modo da limitare i movimenti dei cittadini. Non solo: il sindaco di Monfumo, Luciano Ferrari, ha anche regalato in farmacia le mascherine in tessuto comprate dalla sua associazione. E poi i 1300 cittadini, la maggior parte dei quali amanti della quiete e del trittico casa-giardino-vigneto, hanno garantito una sorta di distanziamento naturale.

Come già detto, non sono tanti i comuni che al Nord, dall’inizio della pandemia di Coronavirus, hanno mantenuto lo zero alla voce contagi. Come Monfumo, ci sono Vedeseta a BergamoIrma a Brescia, Cazzago Brabbia a Varese e Ariano a Rovigo.

A Vedeseta, piccolo borgo in Val Taleggio in provincia di Bergamo, risulta ufficialmente un contagio, ma è di una persona che ha solo la residenza a Vedeseta e che non mette piede in paese da almeno un anno. Il Comune guidato da Luca Locatelli ha sanificato, per due volte a settimana, le strade davanti agli edifici di passaggio e ha distribuito mascherine e disinfettante.

Irma, in Val Trompia, in provincia di Brescia, è stato tra i paesi che, l’anno scorso, aveva subito di più gli effetti della tempesta Vaia. Quest’anno, però, ha registrato uno zero alla voce contagi di Covid-19. Quando è scoppiata la pandemia, il sindaco Mauro Bertelli ha subito impedito che arrivassero persone da fuori che avevano la seconda casa.

Nessun contagio anche a Cazzago Brabbia, paese di 800 abitanti in provincia di Varese, guidato dal sindaco Emilio Magni, dove non esistono edifici oltre i 3 piani (sono quasi tutte case familiari o bifamiliari con giardino). Anche qua sono state sanificate le strade e distribuite le mascherine (in parte acquistate e in parte donate da uno sponsor). Inoltre, la spesa è stata portata a domicilio.

In Veneto, il paese immune più popolato è Ariano, nel Polesine, con 4.200 abitanti. Oltre al paese con sindaca Luisa Beltrame, sempre nel Polesine, altri 7 paesi sono stati risparmiati dalla pandemia.