Civita di Bagnoregio si candida come nuovo Patrimonio Unesco

Civita di Bagnoregio nota con il soprannome di "città che muore" si candida come Patrimonio Unesco. L'esito della candidatura si conoscerà solo nel 2022

Civita di Bagnoregio

Il Consiglio Esecutivo della Commissione nazionale italiana per l’Unesco ha selezionato Civita di Bagnoregio come candidato a nuovo Patrimonio Unesco. Il borgo della Tuscia laziale sarà presentato al Comitato del Patrimonio Unesco Mondiale nel 2022.

Civita di Bagnoregio si candida come Patrimonio Unesco

A gareggiare per il nuovo titolo di Patrimonio Unesco Italiano nel 2022 c’è Civita di Bagnoregio, uno dei borghi più suggestivi d’Italia e raggiungibile solamente a piedi. A promuovere la candidatura è il Consiglio Esecutivo della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.

In una nota il Mibact spiega come il progetto sia nato dalla collaborazione tra la Regione Lazio e il Comune di Civita di Bagnoregio e di come siano stati preziosi i contributi della soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma oltre al ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo.

Il Ministro della Cultura e del Turismo Dario Franceschini in una nota ufficiale ha definito la candidatura di Civita di Bagnoregio come “ il giusto riconoscimento della sinergia tra i diversi attori del territorio, tra pubblico e privato, per il conseguimento del primo, importante passo verso l’iscrizione di questo sito straordinario nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco”.

La candidatura dell’incantevole borgo in provincia di Viterbo dovrà essere vagliata dal Comitato del Patrimonio Mondiale e si dovrà attendere fino al 2022 per conoscere l’esito. Se l’esito fosse positivo Civita di Bagnoregio si aggiungerebbe agli altri incantevoli siti riconosciuti come Patrimonio Unesco.

Alla scoperta di Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio è nota con il soprannome di “Città che muore” ma nonostante il soprannome cupo l’incantevole borgo attira turisti da tutto il mondo per il fascino e la storia. Il comune del Lazio è sicuramente uno dei borghi più belli d’Italia ed è diventato famoso per la presenza di poco più di una decina di abitanti.

Nonostante non ci siano molti residenti il borgo ospita ogni anno numerosi turisti che scelgono Civita di Bagnoregio come meta di un weekend o di una intera vacanza. La storia di Civita di Bagnoregio inizia nel periodo etrusco ma è in epoca romana che il borgo raggiunge il suo massimo splendore.

Civita di Bagnoregio deve lottare contro erosione e frane, per questo motivo il borgo è attualmente raggiungibile solo a piedi attraverso un percorso pedonale ripido di circa 300 metri. L’incantevole cittadina, anche grazie all’assenza di macchine, regala un’atmosfera quasi surreale che catapulta indietro nel tempo i visitatori.

Una volta varcata la porta di Santa Maria in pochi passi si raggiunge la piazza centrale del borgo che salta all’occhio per la totale assenza di pavimentazione che riporta immediatamente all’epoca medievale. Partendo dalla piazza ed entrando nelle vie residenziali si possono osservare splendidi palazzi rinascimentali adornati di fiori che raccontano la vera essenza di Civita di Bagnoregio.