Tra le città più inquinate d'Europa ci sono 2 italiane

Uno studio dell’Agenzia Europea dell'Ambiente rivela i livelli di inquinamento presenti in 323 città europee. Tra le località più inquinate due sono italiane

Inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente rivela la qualità dell’aria e i livelli di inquinamento presenti in oltre trecento città europee. Dalla ricerca è emerso che la maggior parte delle città nel nostro continente presenta aria con livelli di inquinamento molto alti e purtroppo, tra le 5 località più inquinate ci sono anche due città italiane.

Le città italiane più inquinate

La classifica condivisa dall’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA) insieme ad una mappa visuale della qualità dell’aria riporta le città europee dalla più pulita alla più inquinata sulla base dei livelli medi di particolato fine (PM2,5). Secondo i dati relativi al 2019 e al 2020 riguardo 323 città del vecchio continente, solo 127 (ovvero circa il 40%) presenta livelli di inquinamento entro i limiti raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

In testa alla classifica delle città più inquinate d’Europa c’è Nowy Sacz, una cittadina della Polonia, mentre al secondo posto si colloca Cremona, al terzo posto Slavonski Brod (Croazia) e al quarto posto Vicenza.

La “zona rossa” della classifica

In base alla qualità dell’aria presente, l’AEA ha classificato le città con diversi colori. Le città contrassegnate da un colore rosso scuro e dal rosso sono quelle che presentano una qualità dell’aria peggiore. Purtroppo in questa parte della classifica sono presenti ben ventidue città italiane. Oltre a Cremona e Vicenza qui si trovano anche Brescia con quasi 25 microgrammi di inquinamento per metro cubo d’aria, Pavia e Venezia con un livello di inquinamento di circa 22 microgrammi per metro cubo e Bergamo. Le altre città italiane più inquinate sono Piacenza, Treviso, Milano, Torino, Verona, Ravenna, Terni, Modena, Benevento, Reggio Emilia, Pesaro, Parma, Ferrara, Novara, Rimini e Prato.

La “zona verde” della classifica

L’AEA classifica anche diverse città con il colore arancione e con quello verde. Quelle arancioni presentano una concentrazione di particolato fine tra i 10 i 15 microgrammi al metro cubo, mentre quelle verdi sono le più virtuose. Nelle città in area verde la qualità dell’aria è definita buona e il particolato è presente in misura inferiore a 10 microgrammi per metro cubo.

La città europee meno inquinate sono Umeå (Svezia), Tampere (Finlandia) e Funchal (Portogallo). In questa zona della classifica ci sono anche sei cittadine italiane: Sassari, Genova, Livorno, Salerno, Savona e Catanzaro. In particolare è Sassari, la città italiana in cui si respira l’aria più pulita.