I Palazzi dei Rolli, tesori di arte e storia a Genova

I Palazzi dei Rolli di Genova rappresentano dei veri tesori tra arte e storia: conosciamo meglio gli edifici Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco

I Palazzi dei Rolli di Genova sono edifici tardo-rinascimentali e barocchi con spettacolari scaloni aperti, cortili e loggiati che si affacciano sui giardini. Nel 2006 la speciale commissione UNESCO, per la loro importanza dal punto di vista architettonico, storico e urbanistico, inserì 42 dei 163 palazzi fra i siti Patrimonio dell’Umanità, riunendoli sotto il sito nominato “Le Strade Nuove ed il complesso dei Palazzi dei Rolli di Genova“.

iStock - saiko3p

I Palazzi dei Rolli di Genova

Sono 42 i Palazzi dei Rolli considerati bene protetto dell’UNESCO e Patrimonio dell’umanità. Rappresentano l’insieme di edifici nobiliari che, al tempo dell’antica Repubblica, erano obbligati a ospitare alte personalità in visita di Stato a Genova, sulla base di un sorteggio pubblico dalle liste degli alloggiamenti pubblici chiamati proprio “rolli”. Ecco l’elenco completo:

  • Palazzo Doria-Spinola
  • Palazzo Clemente della Rovere
  • Palazzo Giorgio Spinola
  • Palazzo Tommaso Spinola
  • Palazzo Giacomo Spinola
  • Palazzo Negrone
  • Palazzo Paolo Battista e Niccolò Interiano
  • Palazzo Pallavicini-Cambiasso
  • Palazzo Pantaleo Spinola
  • Palazzo Lercari-Parodi
  • Palazzo Carrega-Cataldi
  • Palazzo Angelo Giovanni Spinola
  • Palazzo Doria (Genova) o Gio Battista Spinola
  • Palazzo Podestà (nella foto a fondo pagina)
  • Palazzo Cattaneo-Adorno
  • Palazzo Doria-Tursi
  • Palazzo Baldassarre Lomellini
  • Palazzo Bianco
  • Palazzo Rosso (nella foto in alto)
  • Palazzo Gerolamo Grimaldi
  • Palazzo Gio Carlo Brignole
  • Palazzo Bartolomeo Lomellini
  • Palazzo Lomellini-Doria Lamba
  • Palazzo Giacomo Lomellini
  • Palazzo Belimbau
  • Palazzo Durazzo-Pallavicini
  • Palazzo Gio Francesco Balbi
  • Palazzo Balbi-Senarega
  • Palazzo Francesco Maria Balbi Piovera
  • Palazzo Reale
  • Palazzo Cosma Centurione
  • Palazzo Giorgo Centurione
  • Palazzo Gio Battista Centurione
  • Palazzo Cipriano Pallavicini
  • Palazzo Niccolò Spinola di San Luca
  • Palazzo Spinola di Pellicceria
  • Palazzo Gio Battista Grimaldi (vico S.Luca 4)
  • Palazzo Gio Battista Grimaldi (piazza S. Luca 2)
  • Palazzo Stefano De Mari
  • Palazzo Ambrogio di Negro
  • Palazzo Emanuele Filiberto di Negro
  • Palazzo De Marini-Croce

Gli edifici erano catalogati in base al loro prestigio: in ogni rollo i palazzi erano suddivisi in più categorie a seconda delle dimensioni e della capienza. Solo tre di loro potevano ospitare le più alte cariche: le abitazioni di Gio Batta D’Oria, il Palazzo Doria-Tursi e il Palazzo Lercari-Parodi (nella foto in basso). Queste tre abitazioni erano riservate a “Papa, Imperatore re e legato Cardinali o altro Principe”.

Palazzo Lercari-Parodi

 

La storia dei Palazzi dei Rolli

I Palazzi dei Rolli, tra i più bei palazzi nobiliari di tutta Italia, vennero costruiti a partire dal 1576 su disposizione del Senato della Repubblica aristocratica rifondata dal principe e ammiraglio Andrea Doria. Prendono il loro nome dall’elenco degli alloggiamenti pubblici o rolli, liste ufficiali in cui erano inseriti i palazzi di pregio, destinati a ospitare per estrazione a sorte, le alte personalità in transito a Genova.

Il primo elenco dei rolli venne redatto proprio nel 1576 e elencava 52 edifici. I successivi vennero redatti nel 1588, 1599,1614 e 1644 e ogni rollo descriveva con minuziosità gli edifici: a seconda delle loro caratteristiche, dimensioni e capienza, erano catalogati e divisi in base al tipo di carica che potevano ospitare.

Di norma i palazzi hanno tre o quattro piani e sono caratterizzati da enormi scaloni che si affacciano su meravigliosi cortili e giardini. Nonostante il passare dei secoli e i danni causati dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, presentano ancora le decorazioni originali realizzate dai maggiori autori del manierismo e del barocco genovese: sono un vero e proprio museo a cielo aperto, contenente collezioni d’arte, ricche quadrerie e sontuosi arredi.

I Rolli Days di Genova: visite e orari

I Rolly Days sono eventi che, a partire dal 2009, servono a celebrare l’ingresso dei Palazzi dei Rolli nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. Ogni anno l’evento si svolge in due fine settimana, il primo in aprile e il secondo ottobre: durante questi weekend i palazzi, sia pubblici che privati, vengono aperti ai visitatori.

L’entrata, salvo rare eccezioni, è gratuita e vengono organizzate visite guidate con ricercatori e studenti. Per ammirare le meraviglie del rinascimento e del barocco italiano e genovese, è necessario prenotarsi online. I palazzi restano aperti dalle 10 alle 19 e le visite hanno la durata di circa 30 minuti ciascuna.

Palazzi Rolli