Città d'arte: turismo in continua crescita, 113 milioni di presenze

Ottime performance per il turismo nelle città d'arte italiane, Roma è prima in classifica. A Matera lo scettro della crescita maggiore

In continua crescita: il turismo nelle città d’arte italiane non dà segni di cedimento, ma anzi sembra godere di ottima salute. Almeno stando ai dati che sono stati raccolti dal Centro Studi Turistici di Firenze e Assoturismo Confesercenti e sono stati resi noti in occasione della presentazione della 23esima edizione della Borsa delle 100 Città d’arte italiane. L’appuntamento è organizzato da Cofesercenti e Assoturismo con il sostegno di Enit e Apt Emilia Romagna e il patrocinio del Mibac e del Mipaaf.

Il 2018 per le città d’arte si è chiuso con un aumento negli arrivi, che ammontano a 44,4 milioni con un “più” 600 mila rispetto al 2017. Anche le presenze hanno visto una crescita, passando dai 110 milioni ai 113,4 milioni del 2018. Dati che, se confrontati con altri, mostrano che le città d’arte richiamano oltre un quarto delle presenze complessive nel nostro Paese, che nel 2018  si sono attestate a 430 milioni, con una percentuale del 26,3 per cento.  Di questi il 60 per cento sono stranieri.

La concentrazione di turisti è soprattutto nelle prime dieci città italiane della lista. A partire da Roma, la capitale guida la classifica ed è seguita da Milano, Firenze, Venezia, Torino, Napoli, Bologna, Verona, Genova e Pisa. La top ten da sola ha totalizzato oltre 84 milioni di presenze. Analizzando questo dato emerge che circa tre turisti su quattro hanno scelto queste mete. In particolare la performance della Città Eterna mostra che nel 2018 la Capitale ha visto ben 15,2 milioni di arrivi e 36,6 milioni di pernottamenti. La crescita rispetto all’anno precedente (ovvero il 2017) è di 1,1 milioni. Il visitatore si ferma nella Capitale per una media di 2,4 notti.

Ma a ottenere la percentuale più alta di aumento è stata un’altra città: Matera. La capitale europea della cultura 2019 ha registrato un aumento di presenze molto elevato che ammonta a un “più” 176 per cento negli ultimi sette anni. Crescita di interesse dovuta soprattutto agli stranieri con un “più” 216 per cento.  Sempre per quanto riguarda l’aumento delle presenze non si possono non citare Napoli, Verona, Bologna e Padova, infatti anche queste città hanno registrato ottime performance dal 2010 a oggi.

L’aumento a livello nazionale è stato registrato anche nei musei, che nel 2018 hanno raggiunto quota 55,5 milioni.

Pubblica un commento