Matera 2019 capitale europea della cultura: si parte a gennaio

Presentato il ricco programma di Matera 2019 capitale europea della cultura: si parte il 19 gennaio

Matera 2019 capitale cultura europea

Matera 2019 capitale europea della cultura, sta per prendere il via con tantissimi eventi suddivisi in 48 settimane di kermesse. È stato presentato il programma che vedrà la cittadina della Basilicata e tutta la regione trasformarsi nel luogo per celebrare la conoscenza e l’arte a trecentosessanta gradi.

L’investimento complessivo è stato di 48 milioni di euro dal momento della candidatura, finanziati con fondi regionali, nazionali ma anche privati.

Ammontano, invece, a 27 i paesi europei coinvolti e l’80 per cento del programma è caratterizzato da produzioni originali.

La cerimonia inaugurale si terrà il 19 gennaio, già dalla mattina quando la cittadina si trasformerà in un’immensa festa di paese con 54 bande musicali provenienti da tutta la regione e dall’Europa che attraverseranno i quartieri. I duemila musicisti in serata arriveranno sui Sassi con la loro musica. Dalle 19 diretta televisiva del concerto. Il 20 gennaio, invece, ogni banda lucana presente ne ospiterà una straniera nel proprio comune, per far proseguire la musica.

Matera 2019 però non sarà solo questo, ma molto di più come indicano i tanti  eventi che si terranno nel corso dell’anno.

Per seguire le varie manifestazioni si potrà acquistare il “Passaporto 2019” che, al costo di 19 euro, permetterà di assistere a tutte le manifestazioni e di acquisire la cittadinanza temporanea. Quest’ultima da una parte dà il diritto di vivere con calma l’offerta culturale, dall’altra il dovere di portare a Matera un oggetto simbolo della propria idea di cultura. Tutti questi oggetti daranno vita alla quinta e ultima mostra che sarà in programma nel corso dell’anno, dal titolo “Open future”.

Le tematiche restano le cinque presentate con la candidatura: “Radici e percorsi”, “Continuità e rotture”, “Futuro remoto”, “Utopie e distopie” “Riflessioni e connessioni”.  Senza però dimenticare il futuro e le connessioni grazie alla presenza di appuntamenti di carattere internazionale.

Nel corso del 2019 ogni giorno sarà caratterizzato da cinque attività da svolgere che siano mostre, spettacoli, escursioni particolari e originali, incontri.

Come hanno spiegato alla presentazione, che è avvenuta nei giorni scorsi: l’anno si dipanerà come un grande racconto della storia dell’umanità. Quattro mostre racconteranno Matera e la Basilicata: “Ars Excavandi” (dal 19 gennaio), “Rinascimento visto da sud” (19 aprile 2019); “La poetica dei numeri primi (21 giugno); “Stratigrafie. Osservatorio dell’Antropocene” (6 settembre). A queste corrispondo più di 60 progetti originali, e poi nel programma sono previsti percorsi urbani collegati alle cinque tematiche, tante come le installazioni pubbliche che faranno altrettanti artisti internazionali. Poi ogni comune della Basilicata potrà essere “Capitale per un giorno” con iniziative in linea con valori e temi di “Matera 2019”.

Pubblica un commento