La "casa grassa" di Erwin Wurm è a Roma

A Roma c'è Via Veneto Contemporanea, mostra a cielo aperto con le opere bizzarre e gigantesche dell'artista Erwin Wurm, tra cui la Fat House

The Fat House“, la “casa grassa” realizzata dall’artista austriaco Erwin Wurm, è sbarcata in via Veneto a Roma e, con lei, tante altre opere sue opere bizzarre. Sono in tutto 14 le opere in mostra fino al 14 novembre 2021 nella via della “Dolce Vita” per “Via Veneto Contemporanea“, una mostra a cielo aperto con le creazioni di Erwin Wurm.

Le parole della curatrice della mostra “Via Veneto Contemporanea”

La curatrice Catherine Loewe, in alcune dichiarazioni riportate da ‘Askanews’, ha dichiarato a proposito della mostra e dell’autore: “Questa è la strada famosa per lo shopping, la Dolce Vita, era famosa negli anni Cinquanta. L’arte di Erwin parla di oggetti e di prodotti e della loro relazione con la società di oggi. Lui ha una straordinaria immaginazione come in ‘Fat House’, il simbolo di un modo di essere. È interessante lavorare con un artista come lui che pensa così tanto all’interazione sociale, questo luogo è perfetto per lui e per le sue opere, per il pubblico, lui vuole che le opere siano accessibili al pubblico e che ci sia una relazione con loro”.

Le opere di Erwin Wurm in mostra a Roma

La già citata “Fat House” richiama all’opulenza felliniana e alle ossessioni moderne per la dieta. Tra le opere di Erwin Wurm presenti a Roma c’è anche “Big Mutter“, la gigantesca borsa dell’acqua calda, omaggio all’affetto che le madri dimostrano per i propri figli. Spiccano, poi, le “Performative Sculptures“, come “Boot” o “Butter“, su cui è passato con le ruote di un’auto. Le sculture “tascabili”, invece, sono un richiamo anche al consumismo.

Le parole di Erwin Wurm

L’artista austriaco ha spiegato di ispirarsi al teatro dell’assurdo e al paradosso e ha invitato il pubblico ad accostarsi proprio con questo spirito alle sue opere, “assurde” come il mondo odierno.

Le parole di Erwin Wurm sulla sua mostra a cielo aperto nella Capitale: “Roma per me è sempre fantastica. Vengo dall’Austria, Roma è la città della Dolce vita, del buon vino… Sono davvero felice di poter mostrare le mie opere qui all’esterno. Io amo esporre in gallerie ma anche portare i miei pezzi al pubblico è fantastico”.