Anche Cannavacciuolo punta sul delivery: quanto costano i piatti

Anche Antonino Cannavacciuolo ha deciso di puntare su delivery e take away con i suoi bistrot: ecco quanto costano i piatti del popolare chef televisivo

Anche Cannavacciuolo punta sul delivery: quanto costano i piatti

Anche Antonino Cannavacciuolo, il celebre chef televisivo ammirato sul piccolo schermo in popolari trasmissioni come “Masterchef Italia“, “Cucine da incubo“, “Antonino Chef Academy” e “Family Food Fight“, ha deciso di puntare sul delivery e sul take away per far fronte all’emergenza Coronavirus che sta duramente penalizzando il settore della ristorazione.

I servizi sono stati attivati, in particolare, nei due bistrot di Antonino Cannavacciuolo: il Cannavacciuolo Café & Bistrot di Novara (1 Stella Michelin dal 2018) e il Bistrot Cannavacciuolo di Torino (1 Stella Michelin dal 2018).

Nel locale di Novara, il servizio home delivery è partito l’8 maggio: è possibile ordinare i piatti dal martedì alla domenica, sia a pranzo che a cena, effettuando la prenotazione entro le ore 10,30 per il pranzo ed entro le ore 16,30 per la cena, via telefono o direttamente dal sito del Cannavacciuolo Cafè & Bistrot. Il servizio è disponibile a Novara e nei comuni di San Pietro Mosezzo, Trecate e Caltignaga.

Nel bistrot di Torino, il servizio home delivery e quello take away prendono il via mercoledì 13 maggio a cena: è possibile effettuare la propria ordinazione e ricevere i piatti a casa o ritirarli in loco, dal lunedì al sabato, sia a pranzo che a cena, contattando il locale via telefono entro le ore 10,30 per il pranzo ed entro le ore 16,30 per la cena. Il servizio delivery è limitato alla città di Torino e prevede la consegna gratuita con un ordine minimo di 50 euro. Non ci sono vincoli, invece, per il servizio take away.

Al Cannavacciuolo Cafè & Bistrot di Novara è possibile ordinare: Fritto napoletano (8 euro), Pizza fritta montanara (3,50), Pizza fritta ricotta e salame (7), Focaccia sale maldon e olio evo (2), Caesar Salad (12), Insalata Nizzarda (12), Insalata verde (8), Vitello tonnato (14), Parmigiana di melanzane (12), Ravioli del plin alla piemontese (14), Mezzo pacchero al ragù napoletano (12), Tenero di vitello, composta di patate e olive (14), Trancetto di branzino, agretti e limone (16), Monoporzione tiramisù (5), Monoporzione cioccolato e lampone (5), Monoporzione pistacchio e frutti rossi (5), Torta pastiera al taglio (5), Torta caprese al taglio (5).

Al Bistrot Cannavacciuolo di Torino si possono ordinare: Parmigiana di melenzane con cremoso al parmigiano (10 euro), Polpo con fagiolini e patate (11), Ricciola marinata agli agrumi e salsa alla puttanesca (12), Lasagnetta di coda alla vaccinara e peperone crusco (13), Cannelloni ripieni di ricotta e basilico con salsa al pomodoro (13), Timballo di riso allo zafferano e burrata (13), Calamaro farcito con scarole e provola (15), Millefoglie di manzo con funghi e patate (15), Testina di vitello croccante con zucchine alla scapece (14), Caprese al limone (8), Crostatina mandorle e albicocca (8), Tiramisù alle fragole (8).

Inoltre, sempre nel locale di Torino, è possibile ordinare il menù “Lo Chef a Casa Tua” che, al costo di 55 euro, prevede: Tonno vitellato con maionese di bottarga, Paccheri di Gragnano con ragù napoletano, Guancia di vitello con nocciole e friggitelli, Babà napoletano. Assieme ai piatti, il bistrot in questo caso invia a casa dei clienti anche un video che racconta il menù e che aiuta a completare i piatti.