Caffè Patrimonio dell'Unesco: è sfida tra Napoli e Trieste

In vista della candidatura a Patrimonio Unesco, le città di Napoli e Trieste si sfidano per il titolo di patria dell'espresso italiano: botta e risposta

Caffè a Napoli

Il caffè sta facendo discutere due città italiane: si tratta di Napoli e Trieste, che si contendono lo scettro di patria dell’espresso italiano in vista della candidatura di questa specialità a Patrimonio Unesco.

Napoli patria del caffè: le parole di Vincenzo De Luca

Per il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca il caffè napoletano merita di essere inserito nell’elenco dei Patrimoni Mondiali dell’Unesco, superando in questo modo l’altra concorrente in gara, cioè proprio Trieste. De Luca lo ha spiegato in una diretta su Facebook lo scorso 21 maggio.

Queste le sue parole: “Stiamo ragionando in queste ore per avere il riconoscimento del patrimonio mondiale Unesco, come già accaduto per l’arte della pizza, anche per l’arte del caffè. Siamo in concorrenza con gli amici di Trieste. Trieste è nel nostro cuore, è l’Italia, ma per il caffe nel mondo è Napoli. Almeno questo, e dai”.

De Luca ha poi aggiunto in una sua diretta su Facebook: “Ci sono caffè storici, aziende produttrici, però se parliamo di arte del caffè vediamo se riusciamo a fare una proposta unitaria. Avendo chiarito che Trieste è nel cuore di tutti gli italiani, se volete bere una tazza di caffè dovete scendere a sud di Roma“.

Caffè patrimonio Unesco: la risposta di Trieste a Napoli

Le dichiarazioni del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca hanno fatto discutere a Trieste. La reazione porta la firma di Gabriele Cinquepalmi, consigliere comunale di Fratelli d’Italia e ristoratore triestino (ma con origini pugliesi).

Questo è il messaggio inviato su Facebook da Gabriele Cinquepalmi a Vincenzo De Luca: “Caro presidente Vincenzo De Luca, la invito a Trieste a bere un caffè. Un caffè famoso in tutto il mondo, che vanta anche un’università. Un caffè unico grazie al clima e al mare della nostra città. La invito a casa mia o a scegliere tra uno dei caffè storici, gli stessi che frequentavano un tempo Saba, Joyce e Svevo. E se vuole fare tardi, la invito anche a mangiare una buona pizza: perché caro presidente, caffè e pizza anche a Trieste li sappiamo fare bene”.

Arriverà la controrisposta del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca?