Bottura ha vinto un premio internazionale con Casa Maria Luigia

Casa Maria Luigia, la guest house di Massimo Bottura e Lara Gilmore, è stata premiata come miglior esperienza gastronomica nel mondo dell'anno scorso

Bottura ha vinto un premio internazionale con Casa Maria Luigia

Nuovo riconoscimento per lo chef italiano Massimo Bottura, proprietario dell’Osteria Francescana a Modena (3 Stelle Michelin) e miglior ristorante al mondo secondo The World’s 50 Best Restaurants negli anni 2016 e 2018.

È stato lo stesso Bottura ad annunciarlo, in occasione del convegno inaugurale (trasmesso in diretta su YouTube) del Motor Valley Fest Digital: Casa Maria Luigia è stata premiata come “migliore esperienza gastronomica nel mondo dell’anno scorso“.

Come si legge sul sito internet ufficiale, la guest house Casa Maria Luigia è “un’intima casa immersa nella campagna emiliana“. Nella presentazione si legge ancora: “Massimo Bottura e Lara Gilmore, compagni della vita e nel lavoro, hanno acquistato questa proprietà del XVIII secolo, con l’intenzione di estendere l’arte dell’ospitalità mutuata dall’esperienza di Osteria Francescana, il celeberrimo ristorante tre stelle Michelin, da loro aperto nel 1995 nel centro storico di Modena”.

All’interno di Casa Maria Luigia è possibile ammirare una collezione di arte contemporanea, con installazioni artistiche italiane e internazionali, fotografie e sculture. Al suo interno il design è “un sofisticato mix di arredamento vintage e contemporaneo, che crea un’atmosfera unica“.

Gli spazi interni di Casa Maria Luigia includono un portico a vetri, un salone principale con il soffitto dipinto, una cocktail lounge, una stanza per l’ascolto di vinili e una cucina familiare dove sono disponibili snack e bevande nell’arco dell’intera giornata. Negli spazi esterni della proprietà ci sono una piscina, un campo da tennis, aree verdi per passeggiare, un forno a legna e un orto.

Al mattino, nell’adiacente Casa delle Carrozze, viene servita “una tipica colazione emiliana“. A cena, poi, ogni sera, 24 ospiti condividono tre tavoli per “un’immersione nella storia di Osteria Francescana, raccontata in prima persona dai suoi protagonisti”.

Le portate scelte da Massimo Bottura per riassumere 25 anni di storia sono 9. Il menù degustazione è servito con un abbinamento vini (o analcolico) al prezzo di 450 euro a persona e comprende un aperitivo di benvenuto servito alle 19,30.

Attualmente, il menù degustazione comprende le seguenti portate: Mont Sain Michel; Autumn in New York come un’insalata di mare; Lumache sotto la neve; Cinque stagionature del Parmigiano Reggiano in diverse consistenze e temperature; La parte croccante della lasagna; Beautiful, psychedelic, spin painted veal, charcoal grilled with glorious colors as a painting; Da Nord a Sud; Oops! Mi è caduta la crostata al limone; Surprise surprise.