All'Osteria Francescana c'è una lista d'attesa di 332mila nomi

La rivelazione dello chef Massimo Bottura sulla lista d'attesa per mangiare all'Osteria Francescana

All'Osteria Francescana c'è una lista d'attesa di 332mila nomi

All’Osteria Francescana dello chef Massimo Bottura ci sono ben 332 mila persone che attendono di essere chiamate per poter mangiare nel ristorante in via Stella a Modena.

La lista d’attesa per mangiare in un ristorante stellato, si sa, può essere lunghissima ma quanto dichiarato dallo stesso chef Massimo Bottura in occasione del BBwo (il Barolo Barbaresco Wold Opening) a New York, ha lasciato più di qualcuno a bocca aperta. E non è stato l’unico annuncio.

Nella stessa occasione, infatti, Massimo Bottura ha anche annunciato che proprio nella “Grande Mela” prenderà il via a settembre “Refettorio“, il progetto di solidarietà dello chef stellato finalizzato all’aiuto delle persone bisognose. “Refettorio” arriva a New York (avrà base ad Harlem) dopo Milano, Parigi e Londra.

Recentemente, l’Osteria Francescana è tornata alla ribalta delle cronache per la decisione presa dallo chef stellato Massimo Bottura, assieme alla moglie Lara Gilmore, di trasformare il ristorante in un museo. All’interno del ristorante, votato nel 2018 come il miglior ristorante al mondo, fanno la loro comparsa quadri, installazioni e sculture, inclusa la statua di un’anziana signora in bronzo realizzata dal maestro dell’iperrealismo americano Duane Hanson.

Tra gli artisti presenti all’Osteria Francescana c’è inoltre anche Damien Hirst, con un’opera realizzata con un pedale su una piattaforma rotante su cui ha lanciato delle secchiate di vernice di colori predisposti precedentemente. L’opera riprende un gioco da bambini e rappresenta la vitalità e l’energia dell’arte.

Se volete fare tappa all’Osteria Francescana per ammirare queste opere d’arte e gustare i piatti della cucina dello chef stellato Massimo Bottura, armatevi di pazienza: ci sono almeno 332 mila persone prima di voi.

Un’alternativa è (tentare di) mangiare nel nuovo ristorante che lo stesso Massimo Bottura sta per aprire assieme alla Ferrari a Maranello. Il progetto prevede l’apertura del locale entro la fine del 2020, negli stessi ambienti occupati attualmente dal ristorante ‘Cavallino‘, che cambierà la sua gestione dopo anni di attività.

L’indiscrezione sulla partnership tra lo chef Massimo Bottura e la Ferrari era iniziata a circolare già da diversi mesi e la conferma è arrivata in via ufficiale nel corso della presentazione dei conti del terzo trimestre 2019 di Ferrari.