Best Diets Ranking: la dieta mediterranea è la migliore al mondo

Vince fra 35 diete, grazie agli effetti benefici su salute e longevità

La Dieta Mediterranea è la migliore dieta al mondo. A stabilirlo è la classifica americana “Best Diets Ranking 2020”, stilata dalla rivista statunitense “U.S. News & World’s Report”, che vede il regime alimentare patrimonio Unesco dal 2010 sul primo gradino del podio.

A rendere noto il primato della Dieta Mediterranea, che si colloca davanti alla Dash e alla Flexitariana, è la Coldiretti, che ne sottolinea il trionfo con un punteggio di 4,2 su 5.

Stando a quanto riferisce in una nota l’associazione di categoria, il modello nutrizionale ispirato ai regimi alimentari tradizionali dei Paesi europei del bacino Mediterraneo, come Italia, Grecia, Spagna e Marocco, trionfa fra 35 diete alternative, ottenendo il primo posto in ben quattro categorie: prevenzione e cura del diabete, mangiare sano, componenti a base vegetale e facilità a seguirla.

La Dieta Mediterranea si conferma, così, la più sana al mondo, grazie agli effetti benefici su salute e longevità, che furono portati alla luce negli anni ’50 proprio da un americano, lo scienziato Ancel Keys.

Dopo aver vissuto per circa 40 anni a Pioppi, frazione marina del comune di Pollica, in provincia di Salerno, per studiare lo stile di vita della popolazione locale, Keys rilevò che questa era meno soggetta di altre all’insorgere di patologie cardiovascolari. Lo scienziato di Colorado Springs chiamò questo tipo di alimentazione “Mediterranean Diet”, ovvero Dieta Mediterranea.

Il regime alimentare considerato il migliore al mondo è caratterizzato da pasti regolari costituiti da piccole porzioni di cereali, pasta, pane, verdura e ortaggi di stagione, legumi, olio extravergine d’oliva, pesce e latticini, frutta e carni bianche, con un consumo limitato di grassi di origine animale, carni rosse e uova.

Sul podio, immediatamente dopo la dieta mediterranea, troviamo la Dash, seconda, considerata la migliore per la prevenzione e la cura dell’ipertensione, e la Flexitariana, terza, un modo flessibile di alimentarsi, principalmente vegetariano, ma che prevede un consumo occasionale di carne, pesce, latte e uova, a patto che sia tutto a km zero.

Al quarto posto dell’americana “Best Diets Ranking 2020”, si piazza la dieta Mind, che stando ad alcune ricerche scientifiche può aiutare a prevenire l’insorgenza dell’Alzheimer, e la celebre Weight Watchers, il regime ipocalorico più conosciuto al mondo, che promette di far perdere peso e di educare ad uno stile di vita più sano.