Il vulcano Etna dà spettacolo: l'eruzione illumina la notte

Il vulcano Etna ha ripreso in questi giorni la sua attività eruttiva e la sua colata lavica ha dato spettacolo illuminando la notte di tutti i catanesi

Dal 17 gennaio l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) di Catania, grazie anche immagini delle telecamere di sorveglianza, rivela la presenza di un trabocco lavico prodotto dalla bocca orientale del Cratere di Sud-Est (CSE) del Vulcano Etna.

Spettacolare eruzione dell’Etna illumina la notte catanese

L’INGV sta rilevando la presenza di un nuovo trabocco lavico sul lato nord del Cratere di Sud-Est del vulcano Etna, accompagnato da una moderata attività stromboliana sempre al cratere di Sud Est. L’attività eruttiva ha prodotto una fontana di lava e una pioggia di cenere ed è stata accompagnata da tremore vulcanico.

Dalla serata del 19 gennaio, poi, è osservabile anche un nuovo trabocco lavico sul lato nord del Cratere di Sud-Est. Questa attività vulcanica, sebbene tenuta sotto stretto monitoraggio, è da considerarsi nella norma. L’Etna è, infatti, da molti chiamato anche il “Gigante buono” perché ha raramente causato eruzioni o terremoti dannosi, ma la maggior parte delle volte provoca solo emissioni di lava.

La colata lavica di colore rosso acceso, grazie al suo contrasto con cielo di colore blu notte, ha creato davvero uno bellissimo spettacolo che si poteva ammirare anche da lontano. Meravigliose immagini, infatti, sono state girate nella notte dal fianco est del vulcano da dove si possono ammirare le frequenti esplosioni dal cratere.

Etna, il vulcano patrimonio UNESCO

Situato sulla costa orientale della Sicilia, l’Etna con i suoi 3350 metri è considerato non solo il vulcano più alto d’Europa ma anche uno tra i più attivi. Le sue bocche sono Bocca Nuova, Voragine, Cratere di nord-est e Cratere di sud-est e hanno un diametro ciascuna di circa 200 metri.

Secondo una leggenda sotto il Monte Etna sarebbe stato intrappolato da Atena il gigante Encelado, figlio di Gea. Ogni qualvolta che il gigante grida dall’Etna si possono osservare eruzioni e colate laviche.

Definito uno tra i vulcani “più emblematici e attivi del mondo”, il vulcano Etna rientra a pieno titolo tra i beni dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, andando così ad allungare la lista di siti italiani patrimonio UNESCO.

La posizione e la conformazione di questo vulcano lo rendono una meta molto ambita da turisti di tutto il mondo. L’Etna, infatti, è uno dei pochi vulcani attivi che può essere facilmente raggiunto con diversi mezzi di trasporto e dove vengono organizzati tour guidati che permettono di visitare i crateri che si trovano in cima.