Le sei tendenze per le nuove aperture di ristoranti in Italia

La ristorazione in Italia è in continuo movimento: tradizione e innovazione si incontrano per soddisfare sempre più il cliente. Ecco le nuove tendenze

Cucina

Ogni anno aprono tantissimi nuovi ristoranti in Italia che contribuiscono a renderlo uno dei paesi della buona tavola per eccellenza. Quali sono le tendenze per le nuove aperture del 2019?

E’ possibile scoprirlo grazie a TheFork Restaurants Awards – New Openings. Si tratta di un’iniziativa innovativa, completamente dedicata alle nuove aperture o nuove gestioni dei ristoranti più apprezzati dai Top Chef d’Italia che ha sviluppato una “mappa” in grado di individuare ben 6 nuove tendenze. Il tutto culminerà in una serata di gala in programma a Roma il 27 maggio.

Il progetto, curato da The Fork che è app leader nella prenotazione online dei ristoranti, insieme a Identità Golose, il primo congresso italiano di cucina e pasticceria d’autore, si avvale di partner istituzionali quali la Federazione Italiana Pubblici Esercizi e l’APCI-Associazione Professionale Cuochi Italiani.

L’obiettivo finale è quello di identificare e valorizzare le nuove aperture, le nuove gestioni e i cambi di che più convincenti. La “mappa” sviluppata da TheFork ha individuato 6 nuove tendenze nel campo della ristorazione per il 2019, in un panorama ricco e variegato con elementi che sembrano delineare nuovi trend.

Si inizia con la convivialità e la ricerca, elementi fondamentali per conciliare ricerca e pensiero gastronomico con la soddisfazione dei commensali. Lo scopo si raggiunge nei modi più disparati, sia attraverso progetti di ristorazione collettiva che quella che può essere chiamata come “new wave” dei bistrot di qualità. Altro elemento che prende sempre più piede è quello dei lievitati: la pizza gourmet è in continua evoluzione e l’attenzione ai lievitati assume un ruolo centrale non solo in pizzeria. Importantissima è la Cucina della memoria, con formule sempre nuove per riproporre la tradizione con l’obiettivo di mettere le materie prime al centro ma, al tempo stesso, offrire anche piatti di qualità con una costante riscoperta della dieta mediterranea.

Il quarto punto di tendenza nel 2019 è rappresentato dall’attenzione alle materie prime e all’ecosostenibilità. Non si tratta di una vera e propria novità, bensì di una risposta ad una crescente richiesta del mercato, con i consumatori che sono sempre più consapevoli e cercano piatti buoni e sani. Grazie a questa tendenza, materie prime più inusuali come le erbe aromatiche e le erbe estive diventano ancora più presenti per una cucina ecosostenibile e attenta agli sprechi.

Quinto trend del 2019 è il cibo come ponte tra culture. In Italia prende sempre più piede la cucina etnica tradizionale, con proposte creative e italiane influenzate da altri Paesi: il risultato è un mix di contaminazione e qualità. La sesta tendenza è la multisensorialità, ovvero la creatività e la capacità di stimolare tutti i sensi attraverso forme sperimentali come, ad esempio, la cucina liquida, la cucina concettuale o la cucina ancestrale.