Piemonte, avvistato uno sciacallo dorato nel Parco del Po

Uno sciacallo dorato è stato avvistato nel Parco del Po, nella zona di Pontestura, in Piemonte: potrebbe essere l'avvistamento più a ovest d'Italia

Piemonte, avvistato uno sciacallo dorato nel Parco del Po

Sorpresa nel Parco del Po, nella zona di Pontestura, in Piemonte: lo scorso 29 luglio il naturalista Andrea Maestri, che conosce la specie per averla seguita nell’area del delta del Danubio, ha segnalato all’ente del Parco di aver avvistato uno sciacallo dorato (nome scientifico “canis aureus“).

Si tratta di una specie onnivora di piccola taglia (12-13 chili), leggermente più grande di una volpe e riconoscibile grazie al caratteristico manto di colore giallo dorato. Questo particolare animale si nutre di carcasse, piccoli animali, frutta, rifiuti agronomici e ricerca un’attività prevalentemente notturna e crepuscolare.

Quello del Parco del Po potrebbe essere l’avvistamento più occidentale d’Italia per questo particolare animale, diffuso nell’est Europa e nell’Italia nord orientale, ma che si sta spostando verso ovest.

L’esemplare di sciacallo dorato avvistato nel Parco del Po sarebbe un individuo isolato, forse un maschio giovane in dispersione. Anche questo aspetto è particolare, dal momento che generalmente gli sciacalli vivono all’interno della coppia riproduttiva o nel gruppo di giovani. Non è ancora possibile stabilire se l’animale sia arrivato nel Parco del Po da oriente o da occidente, visto che questa specie è stata più volte segnalata sia in altre zone dell’Italia settentrionale (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Lombardia), sia in Svizzera e in Francia.

L’avvistamento dello sciacallo dorato al Parco del Po è stato confermato anche da uno dei massimi esperti in Europa di questa specie, cioè lo zoologo del Museo Friulano di Storia Naturale di Udine Luca Lapini, che si è recato nel Parco e ha visionato le immagini delle fototrappole attivate dai guardiaparco Nicola Scatassi e Ivano Fossarello dopo la segnalazione di Andrea Maestri.

Questa particolare specie è arrivata in Italia nel 1984, quando fu segnalato il primo abbattimento di un esemplare nei boschi di San Vito di Cadore, nella provincia di Belluno, in Veneto. In Piemonte non si conoscono altri avvistamenti di sciacalli dorati precedente a quello del 29 luglio.

Il Parco del Po ha definito l’avvistamento dello sciacallo dorato “una bellissima notizia” e ha ringraziato Luca Lapini e il Museo Friulano di Storia Naturale: “Come Ente-Parco siamo particolarmente grati a Luca Lapini e al Museo Friulano di Storia Naturale per l’ottima collaborazione che speriamo possa proseguire anche in futuro”.

Non solo lo sciacallo dorato: gli avvistamenti speciali in Italia

Quello dello sciacallo dorato nel Parco del Po non è l’unico avvistamento particolare avvenuto in Italia in queste settimane: per esempio in Sardegna sono tornati gli zifi, mentre a Roma è stato avvistato un mustiolo, il mammifero più piccolo al mondo.