Sardegna, sindaco di Desulo vieta le chat delle mamme su WhatsApp

Troppe fake news e allarmismi nei gruppi delle mamme su WhatsApp: il sindaco di Desulo, Gigi Littarru, li abolisce. Ma l'ordinanza è una provocazione

Sardegna, sindaco di Desulo vieta le chat delle mamme su WhatsApp

Abolizione dei gruppi WhatsApp delle mamme. Questo l’oggetto dell’ordinanza provocatoria di Gigi Littarru, sindaco di Desulo, borgo di oltre duemila abitanti nella provincia di Nuoro, premiata per il mare più bello d’Italia.

Nel testo del finto provvedimento, scritto nello stile dei documenti ufficiali e pubblicato sul profilo Facebook di Littarru, si legge: “Constatato altresì che la gran parte dei genitori soprattutto di sesso femminile (ai quali spesso si aggiungono nonne e zie e maestre) ne fa un uso massiccio e talvolta sconsiderato soprattutto per comunicazioni riguardanti la scuola”.

“Preso atto purtroppo – prosegue il falso documento – che la gran parte dei messaggi scambiati in questi cosiddetti “gruppi mamme” consiste di pettegolezzi, fake news, allarmismi, preoccupazioni eccessive”.

E ancora: “Tenuto conto che l’attuale incertezza in materia di riapertura delle scuole causata dalla situazione sanitaria in atto potrebbe causare una esplosione di messaggi ed esternazioni in grado di confondere ancora di più la cittadinanza lasciando i genitori padri in balia delle schizofrenie delle mamme nonché di riflettersi negativamente sia sul personale docente che quello non docente”, il sindaco ordina, infine, l’abolizione dei suddetti gruppi.

Lo scopo, spiega l’ordinanza che è a tutti gli effetti una burla, è quello di “preservare la salute mentale degli studenti, del personale docente, dei genitori di sesso maschile, costretti a sopportare le peggiori schizofrenie, e comunque della cittadinanza tutta”.

Severa la punizione prevista per chi viola il provvedimento del sindaco di Desulo, con tanto di sequestro dello smartphone e con la sospensione dell’account WhatsApp fino al termine dell’anno scolastico. In più, non è ammesso il ricorso al Tar, “perché – conclude la falsa ordinanza – contrariamente a quanto pensino le mamme, il Sindaco HA SEMPRE RAGIONE”.

Il post ironico del primo cittadino di Desulo, paese della Sardegna, tra le regioni preferite dagli italiani per le vacanze 2020, ha ottenuto più di 9 mila like e c’è anche chi, inizialmente, ci è cascato. Sebbene siano stati presi di mira i gruppi di mamme su WhatsApp, la finta ordinanza emessa dal primo cittadino di Desulo si estende anche ai papà, spesso presenti nelle suddette chat.

Non è, invece, uno scherzo l’iniziativa del comune sardo di Montresta, dove è possibile acquistare casa a 1 euro.