Genova, il Salone Nautico ai tempi del Covid: programma e regole

Il programma e le regole anti Covid del Salone Nautico di Genova, la cui 60esima edizione è in programma da giovedì 1° ottobre a martedì 6 ottobre 2020

Genova, il Salone Nautico ai tempi del Covid: programma e regole

Nonostante la pandemia di Coronavirus, il 60esimo Salone Nautico di Genova si tiene dal 1° al 6 ottobre 2020.

Nella brochure dell’evento si legge: “Il Salone Nautico festeggia quest’anno la sua 60esima edizione, che ha visto il suo lancio a livello internazionale nell’ottobre scorso a New York durante il Columbus Day: una tappa storica per la manifestazione, vera vetrina e piattaforma per il comparto e strumento prioritario per il sostegno e lo sviluppo del business delle aziende del settore, che si consolida sempre di più come il più grande evento del mare per tutti gli operatori e i visitatori”.

E poi: “L’evento celebrerà anche quest’anno la Città della Nautica puntando sull’eccellenza e sul contenitore Salone, che valorizzerà il connubio tra mare, arte e design sotto il segno del Made in Italy. Il layout del Salone Nautico ripropone il format multispecialistico, con servizi dedicati e sviluppati su quattro settori: yacht e superyacht, mondo della vela, mondo delle motorizzazioni fuoribordo, accessori e componentistica per offrire ad ogni segmento e clientela un servizio sempre più vicino alle specifiche esigenze”.

Il programma del Salone Nautico di Genova 2020

Giovedì 1° ottobre, giorno di apertura della manifestazione, è dedicato al “Convegno inaugurale 60 anni di Nautico: un ponte sul futuro” (ore 11, nella Terrazza del Padiglione Blu). Sempre il 1° ottobre sono in programma gli eventi “Colore, bellezza e innovazione. La rotta dell’eccellenza da Genova a Dubai” e “L’Alfabeto del Futuro” e il via alla “Genova-Trieste Regatta“, che unisce idealmente la 60esima edizione del Salone Nautico di Genova e la 52esima edizione della Barcolana.

Venerdì 2 ottobre è il giorno dell’atteso “Boating Economic Forecast“, con i dati aggiornati de “La Nautica in Cifre“.

Nelle sei giornate del Salone Nautico, inoltre, sono in programma altri workshop tematici, seminari tecnici, eventi e premiazioni sportive, tra cui, domenica 4 ottobre, presso la Terrazza del Padiglione Blu, quella della “Regata Millevele“, che si disputa sabato 3 ottobre.

Tra le novità 60esimo Salone Nautico è stato istituito il “Design Innovation Award“, nuovo premio che intende sostenere e incoraggiare l’eccellenza della Nautica e valorizzare l’innovazione promossa dagli espositori presenti al Salone attraverso i loro più recenti prodotti.

Salone Nautico di Genova: regole anti Coronavirus

Il Salone Nautico di Genova, su ‘Facebook’, ha annunciato che, per garantire la sicurezza di visitatori, espositori, operatori e giornalisti, è stata allestita un’area espositiva all’aperto di 200mila mq, con biglietteria solo online, task force per le misure di sicurezza e ingressi controllati.

Sono previste telecamere ad ampio raggio per lo screening della temperatura prima dell’accesso e gli ingressi sono dotati di termoscanner per il controllo individuale e automatizzato ai varchi. In fase di acquisto biglietto inoltre, occorre indicare i giorni di visita.

Salone Nautico di Genova: l’annuncio di Toti

Mercoledì 23 settembre, proprio a proposito del 60esimo Salone Nautico di Genova, il governatore della Liguria ha scritto su ‘Facebook’: “Genova verso il Salone Nautico: dall’1 al 6 ottobre riapriranno le porte della manifestazione più importante per la nautica italiana, vetrina eccezionale per la Liguria, e con il sindaco Bucci stiamo lavorando per garantire la sicurezza per tutti i visitatori che speriamo siano tantissimi. Dopo la cancellazione delle fiere di Cannes e Monaco la nostra regione ha scelto di non fermarsi: lo abbiamo fatto durante il lockdown tenendo aperti i cantieri strategici e lo faremo anche adesso, dimostrando che con prudenza, regole e strutture adeguate la Liguria può andare avanti e guardare al futuro”.

Sempre Toti, sempre il 23 settembre, ha annunciato di aver firmato un’ordinanza che prevede l’”obbligo di indossare la mascherina anche in luoghi pubblici e aperti al pubblico per tutte le 24 ore in una serie di vie del centro storico a ridosso del Porto Antico fino alla barriera dogana del porto. L’obbligo non è previsto per le consumazioni al tavolo e nei dehors”.