Rincari hotel: l'Italia ha le tariffe tra le più alte in Europa

Come sono aumentate le tariffe per una notte in hotel dopo la pandemia di Covid? I rincari sono netti, e l'Italia è tra le più costose d'Europa

Rincari hotel

L’Italia si rivela tra i Paesi più cari in Europa, per quanto riguarda il soggiorno in hotel: a svelarlo è una ricerca sui rincari delle strutture ricettive nell’ultimo anno, a confronto con le tariffe del periodo pre-Covid.

Rincari hotel, i risultati della ricerca

Mabrian Technologies, attiva nel monitoraggio di tutto ciò che riguarda il settore turistico, ha stilato la classifica dei Paesi che hanno subito un maggior rincaro nei soggiorni in hotel, e l’Italia è nelle prime posizioni. Lo studio analizza la tariffa media minima di una camera doppia standard a luglio e ad agosto, così come pubblicata su alcuni dei portali di prenotazioni online più famosi.

Il nostro Paese, che è stato di recente eletto come il più cercato su Google in tutto il mondo, ha le tariffe tra le più alte d’Europa e ha visto i prezzi lievitare rispetto al 2019. Il rincaro in hotel ha in realtà riguardato tutta l’area mediterranea, dal momento che i costi del soggiorno in Italia vanno di pari passo con quelli della Spagna e della Grecia.

Italia: i costi del soggiorno in hotel

Ma vediamo nel dettaglio i risultati della ricerca. Per quanto riguarda gli hotel a tre stelle, Italia e Spagna hanno subito un aumento del 23% rispetto agli anni precedenti. Tuttavia è il nostro Paese ad avere le tariffe medie più alte, con ben 102 euro a notte, a confronto dei 97 euro della Spagna.

Sugli hotel a quattro stelle, la situazione è leggermente diversa. Qui è la Grecia ad avere avuto il rincaro maggiore, pari al 31%, con un costo medio a notte di 163 euro. L’Italia ha visto un aumento del 20% e ha una tariffa media di 146 euro a notte, mentre la Spagna ha incrementato i suoi prezzi del 16% (il costo medio è di 128 euro).

Gli hotel a 5 stelle hanno visto il rincaro più alto: la Grecia ha aumentato le sue tariffe del 47%. Tuttavia, le camere più costose sono quelle italiane, con un prezzo medio di 373 euro a notte, rispetto ai 292 euro degli hotel grechi e ai 271 di quelli spagnoli.

Tutta l’area mediterranea, dunque, ha visto un incremento delle tariffe medie di soggiorno in hotel. L’unico Paese ad avere in classifica il segno negativo è la Turchia: i suoi prezzi nelle strutture a tre stelle sono diminuiti del 4%.