Riapre la villa della Dama con l’ermellino

Un imponente edificio fu la dimora di una delle donne più famose della storia dell’arte, la Dama con l’ermellino.

Dama ermellinoIn uno dei più bei ritratti realizzati da Leonardo da Vinci, la Dama con l’ermellino, compare Cecilia Gallerani, moglie di Ludovico Carminati de’ Brambilla e amante di Ludovico il Moro. La donna visse tra il 1473 ed il 1536 in un bellissimo palazzo, Villa Medici del Vascello a San Giovanni in Croce, da poco restaurato e aperto al pubblico. L’edificio è stato, negli anni, depredato di ogni arredo e abbandonato all’incuria. Solo di recente è stato acquistato dal Comune di San Giovanni in Croce e sottoposto a importanti lavori di recupero strutturale.

Il progetto di recupero è stato possibile solo grazie al sostegno economico della Fondazione Cariplo, della Regione e del Gal Oglio Po. Si è partiti dalla struttura, rinforzando sostegni e soffitti ormai a rischio crollo, è stata ripristinata l’elettricità e rimesse a nuovo le condutture idriche. “Il restauro ha comportato approfondimenti non solo sul piano tecnico, ma anche storico e letterario“, spiega Marco Piastra di Skylab Studios. Il costo dell’intero intervento ammonta a 600 mila euro, di cui 400 mila stanziati dal decreto SbloccaItalia e 100 mila dalla Cariplo. Conclusi i lavori resta ancora un obiettivo, quello di poter mettere in mostra, proprio a Villa Medici, il famosissimo ritratto della Dama con l’ermellino, attualmente custodito presso il Museo di Cracovia.