I primi bambini nati in Italia nel 2021

Chi sono i primi bambini nati in Italia nel 2021 e dove sono venuti alla luce: le prime informazioni dagli ospedali di tutta Italia sulle prime nascite

Piedini neonato

Chi sono i primi bambini nati in Italia nel 2021? La domanda ricorrente si ripete anche quest’anno e la risposta, quest’anno, sembra oscillare tra Roma e il Salento.

Dagli ospedali di tutta Italia sono già arrivate le segnalazioni dei primi nati del 2021. Il primato tra i neonati di sesso maschile, quest’anno, sembrerebbe spettare proprio alla Capitale. All’ospedale Cristo Re di Roma, appena un secondo dopo la mezzanotte del 1° dicembre 2021, è infatti nato Alessandro, bambino di 4 chili e 100 grammi figlio di Emanuela e Maksim, che, come recita la nota dell’equipe medica, gode di ottima salute e ha salutato il nuovo anno con un “meraviglioso vagito”.

Il primato di prima bambina nata nel 2021 sembrerebbe appartenere, invece, a Ilary, venuta alla luce con parto naturale “allo scoccare esatto della mezzanotte” all’ospedale Panico di Tricase, in provincia di Lecce, in Puglia. Al momento della nascita della bimba, di 3 chili e mezzo, il tracciato segnava proprio le 00.00.

Un minuto dopo, ancora a Roma, più precisamente alla Casa di cura Santa Famiglia, è nata invece Aurora.

Il primo bambino nato a Milano nel 2021 è un maschio e si chiama Alessio. Il neonato è stato partorito alla Clinica Mangiagalli un minuto dopo la mezzanotte.  Pesa 3,565 chili. Anche Antonio è nato alle 00.01, ma all’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania.

Tra gli altri primi neonati del 2021 ci sono, poi, Elia nato in Umbria, Francesco a Messina, Andrea in provincia di Avellino, Nicole e Sofia Maria all’ospedale Sant’Anna di Torino, Nicolò all’ospedale Santissima Trinità di Cagliari, Vito in Basilicata e Loris a Foggia.

Chi è stato l’ultimo nato del 2020

L’ultimo bambino nato nel 2020 al già citato ospedale Sant’Anna di Torino è stato Gioele, nato alle 23,53 con un peso di 3 chili e 830 grammi. Terzogenito di mamma Monica e Papà Martino, è atteso a casa dai fratellini Luca (di 14 anni) e Daniele (di 10 anni).

La struttura torinese Sant’Anna ha reso noto che, nel corso del 2020, sono stati 6.766 i parti totali, in crescita rispetto al precedente anno 2019 (quando invece erano stati 6.703). L’ospedale Sant’Anna di Torino si è confermato in questo modo il primo in Italia per numero di parti e tra i primi ospedali in Europa.