Presto, in Italia, le strade saranno sorvegliate da intelligentissimi droni

Presto sulle strade italiane volteggeranno flotte di droni per monitorare la situazione del traffico e restituire informazioni utili agli automobilisti

Presto, in Italia, le strade saranno sorvegliate da intelligentissimi droni

Veloci e reattivi droni volteggeranno sulla rete autostradale italiana per monitorare il traffico e restituire agli automobilisti dati in tempo reale sulla situazione del traffico e informazioni su eventuali e improvvisi incidenti. Non è il sogno di un patito di fantascienza, ma un’imminente realtà. Il programma Smart Highway, elaborato dallo studio di progettazione e innovazione Carlo Ratti associati in collaborazione con Anas, la la compagnia che si occupa di gestire la capillare rete stradale italiana, è un imminente realtà.

Le discussioni sul futuro della mobilità si sono concentrate negli ultimi anni sulle mirabolanti evoluzioni delle vetture, che non solo gradualmente abbandoneranno benzina e diesel per far spazio ad alimentazione alternativa come gasolio e propulsione elettrica, ma anche una graduale evoluzione dell’intelligenza delle vetture, con la diffusione di auto a guida assistita o autonoma che mirano all’abbattimento degli incidenti stradali. Ma ciò sarà possibile solo grazie anche all’evoluzione dell’infrastruttura.fisica. La strada non più come un piano d’asfalto, ma un luogo intelligente, dotato di sensori e monitorato da attenti droni che restituiranno informazioni precise, veloci e dettagliate sullo stato del traffico cittadino.

L’Anas, nell’immediato futuro, intende installare lungo buona parte dei chilometri di strada battuti ogni giorno da migliaia di automobilisti, una serie di pali intelligenti dotati di precisi sensori in grado di interagire con i droni del sistema Smart Highway. Pali che non saranno soltanto punti di riferimento per i piccoli i controllori volanti in miniatura, ma anche stazioni di ricarica che i droni potranno usare per addentrarsi in tunnel, viadotti e altri punti difficilmente monitorabili, in modo da avere una mappa sempre aggiornata di tutta la rete stradale.

Pubblica un commento