Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

A Portofino scatta l'ordinanza "decoro": le nuove regole

A Portofino scatta l'ordinanza "decoro": ecco quali sono le nuove regole di comportamento da seguire nella rinomata località turistica della Liguria

Ordinanza decoro a Portofino

In vista dell’arrivo della bella stagione il Comune di Portofino ha emanato un’ordinanza che prevede tutta una serie di regole e di divieti per salvaguardare e tutelare il territorio e l’immagine del borgo, rinomata meta turistica a livello internazionale.

Emanata l’ordinanza decoro a Portofino

L’ordinanza è stata emanata da parte del sindaco di Portofino Matteo Viacava: con il provvedimento firmato dal primo cittadino, vengono introdotte diverse disposizioni in materia di decoro urbano, come i divieti di girare in bikini nella piazzetta e quelli relativi ai bivacchi sulle panchine della località ligure.

A pubblicare la notizia è stato il Secolo XIX che informa sui vari comportamenti da adottare a Portofino, Comune che torna nuovamente a far parlare di sé dopo il provvedimento che disciplina il flusso pedonale nelle aree di maggior concentrazione dei turisti.

L’ordinanza per il decoro è stata annunciata con la seguente nota riportata dall’Ansa: “Con l’inizio della stagione turistica si assiste a un esponenziale incremento di popolazione con intensi flussi turistici in particolare nella zona del centro storico e dell’area portuale e l’elevata presenza di turisti sul territorio conduce spesso, come accertato nelle stagioni precedenti, a situazioni e comportamenti che vengono avvertiti dalla generalità delle persone come contrari al decoro e alla decenza tipici del normale convivere civile e che compromettono il decoro, l’immagine e la vivibilità del borgo”.

Decoro a Portofino: le regole da rispettare

Sono diverse le regole da rispettare a Portofino in seguito al provvedimento relativo al decoro della famosa località turistica della Liguria dove gli stilisti Dolce e Gabbana hanno rilevato un caffè storico, l’Excelsior: si comincia con il divieto di passeggiare per il borgo in costume da bagno, a torso nudo oppure a piedi scalzi.

L’ordinanza vieta anche bivacchi con vettovaglie sulle panchine, sulle scale, sui portici o nelle aree pubbliche. Vietate anche le pennichelle all’aria aperta. Queste indicazioni sono valide già da diversi anni a Portofino, ma adesso si sono trasformate in un’ordinanza sindacale scritta nero su bianco: gli agenti della polizia locale hanno così la possibilità di sanzionare i trasgressori con multe che vanno dai 25 ai 500 euro.

Situata sulla Riviera Ligure a sud-est di Genova, Portofino è una delle località turistiche italiane più famose al mondo, caratterizzata da caratteristiche case color pastello, boutique esclusive e locali che si affacciano sulla inconfondibile piazzetta acciottolata che domina il porto: un luogo magico che il Comune ha deciso di salvaguardare ulteriormente emanando l’ordinanza decoro.

Non è la prima volta che in Italia vengono presi dei provvedimenti che servono a regolare il decoro in una determinata località oppure in uno spazio pubblico. Nel novembre del 2022, per esempio, le Gallerie degli Uffizi di Firenze hanno emanato un ordine di servizio con cui si fa divieto di camminare scalzi nel museo. A Napoli, invece, qualche mese prima si era pensato alla possibilità di vietare i panni stesi sui balconi.

In Puglia, a partire da quest’anno, è stato proibito il fumo in spiaggia: l’ordinanza emanata da parte della Regione è partita nel 2022 come progetto pilota per entrare in vigore nel 2023 e segue il modello “no smoking” già adottato sulle spiagge di Barcellona.