"Pizza da Guinness" a Bologna il 27 luglio

Il 27 luglio la pizza sarà la protagonista assoluta del Parco del Cibo di FICO Eataly. Trenta pizzaioli italiani inforneranno 500 metri di pizza dedicata alle tipicità regionali

Un’assoluta eccellenza italiana, conosciuta e apprezzata un po’ ovunque. La pizza, insieme alla pasta, è l’emblema della cucina italiana nel mondo.

Per celebrare questo capolavoro dell’arte culinaria del nostro Paese, FICO Eataly World organizza in collaborazione con il “Napoli Pizza Village”, Molino Caputo e Rossopomodoro “Pizza da Guinness”. Un evento che coinvolgerà 30 mastri pizzaioli napoletani (e decine di persone a supporto) alle prese con una sfida alquanto particolare. L’obiettivo è quello di impastare e infornare una “Pizza unità d’Italia” lunga 500 metri, realizzata con le migliori materie prime delle 20 regioni italiane.

Ogni regione avrà per sé circa 20 metri, all’interno dei quali spalmare alcuni degli ingredienti tipici del proprio territorio. Nella striscia dedicata alla Sardegna, ad esempio, verrà impiegata la bottarga; la pizza valdostana avrà fontina e Lard d’Arnad; la siciliana con tonno e pomodorini; la calabrese con la nduja; la pugliese con Cipolla di Acquaviva e Burrata; l’emiliana con la mortadella; la molisana con il caciocavallo di Agnone.

Ben 100 metri saranno dedicati alla regina delle pizze: la margherita. Per l’occasione, inoltre, verrà servita l’esclusiva Pizza Rossini, con maionese e uova sode, che verrà accompagnata da alcune arie del Maestro marchigiano.

Com’è facile immaginare, la quantità di ingredienti utilizzati è a dir poco impressionante. I 30 mastri pizzaioli napoletani utilizzeranno 500 chilogrammi di farina, 400 Kg di pomodoro, 500 Kg di fiordilatte, 10 Kg chili di basilico e 50 litri di olio extravergine di oliva. A questi si aggiungeranno poi gli ingredienti regionali, che consentiranno di realizzare vere e proprie pizze gourmet uniche nel loro genere. Per stenderla saranno impiegati ben 270 tavoli, mentre la cottura verrà affidata a due speciali forni che consentiranno di servire la pizza a tavola pochi istanti dopo esser stata cotta.

Seppur lunghissima, la pizza che verrà realizzata nel Parco del Cibo non batterà alcun record. Attualmente, infatti, a detenere il Guinness dei Primati sono 80 pizzaioli che nel 2015 si ritrovarono nell’area Expo di Milano e realizzarono una pizza lunga oltre un chilometro e mezzo. Per infornarla (e battere così i colleghi spagnoli, detentori del precedente record di 1.150 metri circa) utilizzarono 5 forni, tenuti accesi e in temperatura per diverse ore.