La pasta cacio e pepe regina dei ristoranti italiani a New York

La pasta cacio e pepe è tra le più amate e vendute nei ristoranti italiani a New York, e piace anche ai vip

Cacio e pepe New York

È la pasta cacio e pepe la regina indiscussa di New York.

Si tratta infatti del piatto più richiesto, e venduto, nei ristoranti italiani. A tracciare un fotografia dei gusti degli abitanti della Grande Mela è stato Francesco Pannella durante la presentazione della guida di La Repubblica “Roma e Lazio 2019”.

Secondo l’imprenditore, titolare di quelli che sono stati definiti “il ristorante più americano a Roma e di quello più romano a New York”, i ristoranti newyorkesi stanno puntando sulla cucina regionale.

E quindi la direzione intrapresa è quella di un’ulteriore specializzazione e localizzazione dei piatti italiani presenti sui menu. Nonostante questo, però, sembra che uno dei primi più famosi della cucina romana sia un must per quasi tutti i ristoranti. E, a quanto pare, piace anche ai vip: dagli attori ai politici.

Cacio e pepe quindi lo si trova in tutti i ristoranti italiani della metropoli per antonomasia, riuscendo a conquistare una piazza difficile dove l’offerta è piuttosto ampia, ma soprattutto dove i locali aprono e chiudono molto velocemente.

I dati lo dimostrano, in base a quanto raccontato dall’imprenditore. Infatti nel primo anno di attività circa l’84 per cento dei ristoranti chiude. Nell’anno successivo il 6 per cento, di quelli che riescono a sopravvivere al primo anno, chiude i battenti. Resta quindi un dieci per cento di locali che sopravvivono ai primi due anni di attività. E il dato interessante, che ha voluto sottolineare Pannella, è che in quel 10 per cento c’è sempre il cacio e pepe.

Vi sono numerosi locali famosi proprio per proporre questo piatto della tradizione romana. Per fare qualche nome: Paola’s e Lupa, fino a quello tra i più noti che si chiama proprio Cacio e pepe.

Quella della pasta cacio e pepe è apparentemente una ricetta semplice, ma che ha bisogno di una lavorazione molto attenta, a partire dalla cottura fino alle dosi. Infatti è importantissimo che la quantità di formaggio e quella di pepe siano equilibrate alla perfezione.

Non è passato molto da quando il New York Times si è scagliato contro Roma, la sua sporcizia e i gabbiani, andando a fare il punto con le situazioni difficili della capitale italiana, ma nonostante questo gli americani la amano e amano i suoi piatti.

Pubblica un commento