A Palermo il primo caffè completamente Made in Italy

Nasce a Palermo un caffè completamente made in Italy, dalla pianta alla tazzina, una vera unicità prodotta dall'"Orto di Nonno Nino"

Orto di nonno Nino primo caffè completamente made in italy 1

Nel profondo Sud d’Italia è avvenuto un piccolo miracolo che si attendeva da lungo tempo. Una pianta di caffè non solo ha attecchito, grazie alle cure e alla dedizione di chi ha voluto provare una missione quasi impossibile, ma ha anche dato rigogliosi frutti. Il risultato apre spiragli inattesi: un caffè completamente made in Italy, dalla pianta alla tazzina, dal chicco all’aroma, una vera unicità da gustare al bancone del bar.

L’impresa è stata realizzata da due imprenditori siciliani. I pionieri della produzione dei chicchi neri sulla penisola italiana sono riusciti a far crescere a pochi chilometri da Palermo, nelle campagne di Terrasini, rigogliose piantine da cui ricavare la preziosa polvere di caffè, non solo una semplice bevanda, ma la protagonista di un rituale che coinvolge, ogni giorno, milioni di italiani.

Orto di nonno Nino primo caffè completamente made in italy

Il merito del piccolo miracolo va a Rosolino Palazzolo, de l’Orto di Nonno Nino, agricoltore specializzato nella coltivazione di piante e frutti esotici, e Isidoro Stellino, che oltre a essere un eccellente cioccolataio è anche membro di una nota e antica famiglia di torrefattori.

Per adesso i primi raccolti, è proprio il caso di dirlo, hanno dato buoni frutti e l’ottimismo aleggia nella esotica piantagione di caffè che cresce nel cuore del territorio siciliano. L’obiettivo è di riuscire a far crescere una piantagione di 250 Arabiche così da creare un caffè di alto profilo, pronto per la commercializzazione.

Il piccolo miracolo siciliano segue tappe ben specifiche: si parte dalla raccolta manuale per selezionare solo le migliori bacche mature, si prosegue poi con la fermentazione che avviene all’interno di botti barrique, quelle usate per affinare il vino, in modo da ottenere dolcezza e complessità aromatica ben dosate. C’è poi la fase dell’essiccazione al sole e infine l’utilizzo delle migliori tecniche di tostatura per assicurare una qualità del caffè di altissimo livello.

E del prezioso caffè italiano non si butterà nulla: con gli scarti della lavorazione verranno prodotti anche un coffee tea fatto con la buccia del caffè e una tisana con le pellicole che avvolgono il chicco.

Dopo queste prime fasi di sperimentazione, la commercializzazione del caffè completamente made in Italy potrebbe presto popolare gli scaffali dei rivenditori nel giro di pochi mesi, una vera chicca per gli amanti del caffè.

Pubblica un commento