Orbis, il "Google Maps" dedicato alle strade dell'Impero Romano

Orbis è una piattaforma ideata dall’Università di Stanford che calcola tempi di percorrenza e costi degli spostamenti all'epoca dell'Impero Romano

Orbis

Un team dell’Università di Stanford, negli Stati Uniti, ha ideato Orbis, una piattaforma che permette di calcolare tempi e costi di percorrenza degli spostamenti durante l’Impero Romano.

Come funziona Orbis

Orbis, termine che in latino significa “mondo”, è una sorta di Google Maps ambientato al tempo degli antichi romani. La piattaforma permette di simulare gli spostamenti lungo le vie di comunicazione che erano presenti nel attorno al 200 d.C., uno dei periodi di massimo splendore dell’Impero romano.

Nella grafica e nel funzionamento Orbis assomiglia proprio a Google Maps. Quando si apre la piattaforma si può notare a sinistra dello schermo un riquadro in cui inserire la città di partenza, quella di destinazione e il mezzo, mentre sulla destra si trova la mappa dei territori.

Una volta inserita la località da cui si parte e quella in cui si vuole andare nella mappa sarà mostrato l’itinerario. Tutti i dettagli però si trovano proprio come sarebbero stati al tempo dei romani, dai nomi delle città ai mezzi di trasporto, dal costo del viaggio alle strade presenti. La mappa mostra non solo le strade percorribili ma anche i fiumi navigabili e le rotte marittime. La piattaforma suggerisce il percorso più corto, quello più rapido e quello più economico.

Per un calcolo più accurato è possibile anche inserire il mese di partenza per capire in modo accurato, in base al periodo, quanto tempo avrebbe davvero richiesto viaggiare tra le località inserite.

Da Roma a Milano con Orbis

Attualmente il viaggio tra Milano e Roma  può durare un’ora se si prende l’aereo, tre ore e mezza in treno e circa sei ore in macchina. Utilizzando la piattaforma Orbis per simulare un viaggio da Roma a Milano possiamo scoprire le tempistiche e i costi richiesti 1800 anni fa.

Secondo Orbis il mezzo più veloce per compiere questo percorso è usando una staffetta di cavalli. I cavalli, seguendo un percorso lungo 623 km, potevano viaggiare per circa 250 km al giorno e permettevano di raggiungere Milano, o Mediolanum com’era chiamata al tempo, in soli tre giorni.

Il mezzo più economico per compiere questo viaggio era l’asino che per percorrere i 737 km dalla capitale a Milano impiegava circa 12 giorni. Un carro trainato da buoi, invece, poteva impiegare anche cinquanta giorni per raggiungere la città lombarda dalla capitale.