Il NYT consiglia di visitare l'Italia dopo l'emergenza Covid-19

Il New York Times ha inserito l'Italia nell'elenco delle destinazioni da visitare nel 2020 dopo l'emergenza legata alla diffusione del Coronavirus

Amalfi

 

Nonostante l’Italia sia uno dei paesi maggiormente colpiti dall’emergenza Coronavirus, il New York Times l’ha inserita nell’elenco delle destinazioni più sicure dove viaggiare nel 2020.

Il prestigioso giornale statunitense ha fatto il punto sulle date della fine del lockdown e sulle tappe della riapertura, nazione per nazione, spiegando le restrizioni anti-contagio in vigore e quelle previste nei prossimi mesi, così da stilare l’elenco degli stati più sicuri per trascorrere una vacanza.

I turisti di tutto il mondo dovranno affrontare diverse difficoltà nel momento in cui decideranno di mettersi di nuovo in viaggio. L’emergenza Coronavirus sta condizionando tutti i settori e in particolar modo quello del turismo. Al momento i voli internazionali di piacere sono proibiti, ma la speranza di poter tornare a viaggiare in libertà si fa concreta con il passare dei giorni.

L’Italia è stata inserita nelle mete consigliate dal New York Times dopo la fine dell’emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19. Nel nostro Paese è iniziata una lenta riapertura, con i funzionari addetti al settore che insistono sul fatto che il turismo potrà ricominciare già quest’anno.

La situazione è delicata: alla necessità di bilanciare le considerazioni sulla salute, si affianca quella di rilanciare un’economia già sofferente che dopo quasi due mesi di chiusura, ha fatto registrare un calo del 95% del turismo.

Nella lista delle destinazioni più sicure dove viaggiare nel 2020, stilata dal New York Times, oltre all’Italia ci sono altri nove Paesi consigliati. Su tutti Australia e Nuova Zelanda, seguiti dalla Grecia, lodata per la rapidità di azione contro il Coronavirus che ha evitato grossi focolai.

Il giornale statunitense consiglia anche Puerto Rico e l’Islanda che grazie al suo attento programma di test e tracciabilità dei contatti, ha affrontato al meglio il Coronavirus, con 1.800 casi totali fino a oggi, 10 morti e nessun nuovo contagio dal 6 maggio.

Nell’elenco del New York Times troviamo anche il Messico, la Francia e Singapore. Consigliate anche le Hawaii: le isole statunitensi rappresentano una destinazione sicura per via del ridotto numero di contagi e vittime. La sensibile riduzione dei turisti, impossibilitati a raggiungere le Hawaii a causa dell’emergenza Coronavirus, ha reso l’arcipelago una meta più economica rispetto al passato.

Le mete da visitare dopo l’emergenza Coronavirus secondo il New York Times

Australia
Nuova Zelanda
Grecia
Puerto Rico
Islanda
Messico
Francia
Singapore
Hawaii
Italia