La nuova ricetta della carbonara di Martha Stewart è un caso

La pasta alla carbonara è un vero e proprio gioiello della cucina italiana: per questo la nuova ricetta di Martha Stewart è diventata un caso

La ricetta della pasta alla carbonara è meticolosamente seguita in tutta Italia, perché questo piatto vanta una lunga tradizione ed è tra i più amati.  Ma è nella sua versione “pura” che trova il suo massimo fulgore, e per questo motivo non ammette rivisitazioni. Quella proposta di recente da Martha Stewart, in effetti, si è trasformata immediatamente in un caso.

Pasta alla carbonara, la ricetta di Martha Stewart

Qualche settimana fa, la guru della cucina statunitense Martha Stewart ha condiviso su Instagram la “sua” ricetta della pasta alla carbonara, una versione ampiamente rivisitata del delizioso piatto appartenente alla tradizione culinaria romana. Ed è impossibile non notare molti piccoli e grandi “errori”, sia nella scelta degli ingredienti che nel procedimento di preparazione.

La Stewart ha infatti utilizzato prodotti che nulla hanno a che vedere con la ricetta originale della carbonara: in particolare, la presenza della panna e l’uso del parmigiano al posto del pecorino romano. Per non parlare poi di come Martha ha equiparato il guanciale alla pancetta e, addirittura, al bacon. Quasi un affronto alla cucina italiana, che su certe cose è davvero molto tradizionalista.

La critica alla ricetta di Martha Stewart

Questa originale rivisitazione della carbonara ha suscitato grande scalpore tra gli italiani, tanto che la risposta non si è fatta attendere. È arrivata dalla chef Barbara Pollastrini, che ha voluto mettere in chiaro alcuni punti fondamentali. “Prima di tutto, non c’è bisogno di usare l’olio extravergine di oliva perché il grasso del guanciale è tutto ciò che serve” – ha esordito la Pollastrini, per poi passare alla preparazione della crema: “Usiamo solo tuorlo d’uovo e assolutamente nessuna panna”.

Naturalmente, anche l’utilizzo del bacon e del parmigiano ha trovato la sua critica: per la vera carbonara vengono impiegati solamente guanciale e pecorino romano. Insomma, è bastato davvero poco affinché scoppiasse un caso sulla ricetta di Martha Stewart. Questo primo piatto tipico della tradizione italiana è infatti tra i più copiati all’estero, e basta davvero poco affinché venga “storpiato”. “Sono orgogliosa che un piatto della mia città sia famoso in tutto il mondo, ma piango quando vedo che viene distrutto in questo modo” – ha ammesso la Pollastrini.

C’è tuttavia un modo per fare ammenda, così da soddisfare sia i puristi della carbonara che tutti coloro che apprezzano questa versione così originale: “Chiamerei il tuo piatto ‘Martonara’, lo trovo molto più appropriato”.