Napoli: la nuova stazione Duomo di Fuksas

La stazione Duomo è una fermata della linea 1 della metropolitana e il progetto per la sua realizzazione è firmato da Fuksas

napoli duomo fuksas metropolitana

Dovrebbero terminare nel 2019 i lavori per la stazione Duomo della metropolitana di Napoli, realizzati seguendo il progetto che porta la firma di Massimiliano e Doriana Fuksas.

È stato consegnata verso la metà di novembre 2018 la nuova proposta che ha visto degli adeguamenti a causa di ritrovamenti archeologici e di alcune richieste effettuate dalla Soprintendenza.

I lavori per la realizzazione della fermata Duomo della linea1 sono iniziati nei primi anni Duemila e dopo tanto tempo finalmente sembra che la città potrà vedere la fine di questa grande opera.

“La stazione di Duomo è una fermata della linea 1 della metropolitana di Napoli – spiegano il progetto sul sito dell’archistar – ed è situata in una delle zone più trafficate della città – piazza Nicola Amore, una storica piazza napoletana all’incrocio tra via Duomo e corso Umberto I – in termini di residenti e turisti. I lavori di scavo per la stazione hanno portato alla luce le fondamenta di un tempio risalente al I secolo a.C., oltre a numerosi reperti archeologici di grande interesse”.

Ritrovamenti che trasformeranno la stazione in una sorta di museo. Una cupola esterna, più piccola rispetto al progetto originale, permetterà di vedere i reperti anche dall’esterno e questi verranno illuminati da luce diretta e naturale. Sempre sul sito dell’architetto viene spiegato il progetto: “Il reperto archeologico – scrivono – è fondamentale per lo schema della stazione e l’intervento mira a trasformare il tempio in un’area museale unica”.

napoli metropolitana duomo fuksas

Il primo livello interrato ospiterà il tempio, il secondo piano il mezzanino.

Una “stazione museo” che accompagnerà cittadini e turisti in un’esperienza davvero interessante prima del viaggio in metropolitana. Infatti verrà allestita una sorta di percorso sensoriale  che riprodurrà le diverse ore della giornata attraverso esagoni all’interno dei pannelli che verranno retroilluminati.

La stazione Duomo farà da collegamento tra le fermate di Università e Municipio. Si suppone che possa finalmente aprire i battenti nel corso del 2019, ma lo stop dei lavori dovrebbe essere previsto per l’anno successivo: il 2020, per far sì che vengano sistemati i reperti archeologici.

Fuksas ha firmato numerosi progetti in Italia e nel mondo, tra i tanti si può ricordare la Nuvola a Roma: un centro congressi internazionale.

Pubblica un commento