Milano, arrivano altri grattacieli: tutti i nuovi progetti

Nuovi grattacieli in arrivo a Milano: ecco tutti i progetti in fase di realizzazione nel capoluogo lombardo, dalle Park Towers alla Torre Milano

Milano, arrivano altri grattacieli: tutti i nuovi progetti

Lo skyline della città di Milano sta per cambiare ancora: presto, infatti, nel capoluogo lombardo arriveranno nuovi grattacieli.

Tra i nuovi progetti spicca quello delle Park towers di Asti architetti per Bluestone al quartiere Feltre. Si tratta di costruzioni di 77 e 55 metri di altezza, con vista sul parco Lambro, di cui il nuovo giardino condominiale diventerà una ‘costola’ ampia 5 mila metri quadrati. Sono 130 gli appartamenti che ospiteranno le Park Towers. Le abitazioni dovrebbero essere pronte entro l’anno 2023.

Un altro grattacielo in arrivo in città è la Torre Milano, costruzione che Impresa Rusconi e Storm.it (Opm) stanno realizzando in via Stresa, tra via Melchiorre Gioia e la Maggiolina, sui disegni dello studio Beretta. Torre Milano sarà un grattacielo anti Coronavirus, cioè progettato alla luce delle nuove regole post Covid. La nuova costruzione avrà, per esempio, un sistema di ventilazione meccanica controllata in tutte le aree condivise (ascensori inclusi) e nelle singole unità abitative, un sistema con lampade UV fotocatalitiche capaci di ripulire l’aria indoor da agenti inquinanti e sostanze nocive (compresi virus e batterie) e percorsi di ingresso e di uscita separati. Il complesso, alto 80 metri, sarà dotato di 105 appartamenti di tagli differenti.

Arrivano a 80 metri anche gli edifici più alti del nuovo progetto di residenzialità verticale a Cascina Merlata, alla periferia nord-ovest di Milano. La futura torre in costruzione di East uptown (Euromilano) punta invece ai 90 metri. Il progetto Aurora, situato tra Citylife e il Portello, misura 70 metri. I 19 piani che compongono la costruzione sono già tutti sold out. Tutte vendute anche le Trilogy Towers di AbitareIn a piazzale Accursio. Quest’ultime, come anche la Terminal Tower a San Cristoforo, sfiorano anch’esse i 70 metri.

Per i grattacieli di Milano è un periodo di grande novità: la storica Torre dell’Acqua, simbolo del quartiere Adriano, è stata demolita a luglio 2020. A gennaio, invece, la Torre Velasca è stata invece venduta alla filiale italiana di dell’immobiliare americana Hines.

Quella della verticalità non è, però, l’unico trend che caratterizza la città di Milano: la “sfida verde” per il capoluogo lombardo si chiama ForestaMi ed è un progetto che prevede la piantumazione di 3 milioni di piante entro l’anno 2030.