Milano Games Week 2016: tanti gamer, droni e realtà virtuale

Si è conclusa la sesta edizione della Milano Games Week che, con le sue 138.000 presenze, si conferma come l'appuntamento da non perdere per gli appassionati di videogiochi

Tanti giocatori, ma anche tante ragazze, hanno partecipato all’edizione più tecnologica di sempre della Games Week milanese.

Droni, robot danzanti, postazioni di gioco interattive, visori per la realtà virtuale sono stati ben accolti dal pubblico più attento, sempre più interessato alle nuove frontiere del gaming reso possibile dalle evoluzioni tecnologiche di console e pc.

Novità importante di questa edizione della Milano Games Week è stata quella di unire ai grandi colossi dell’industria videoludica l’area dedicata ai giochi Indie, generalmente relegata ai margini dello spazio espositivo.

Guarda la galleria fotografica della manifestazione…

I 40 sviluppatori italiani presenti hanno quindi avuto modo di confrontare i loro lavori con i titoli di maggior successo, presto in commercio, ma anche con il pubblico più variegato e non solo con quello di nicchia, riscuotendo grande successo.

Quest'ultima edizione ha strizzato l'occhio anche al mondo social, non solo con postazioni Twitter con annessi live tweet, con hashtag scritti un po' dappertutto nell'aera espositiva, ma soprattutto con un area dedicata a Twitch, piattaforma video che permette alla community dei videogiocatori di tutto il mondo di generare contenuti live, facendo assistere gli utenti alle loro sessioni di gioco.

Gli Youtuber, immancabili ospiti della manifestazione, Favij, la Sabri Gamer, la Illuminati Crew e gli altri che hanno presenziato alla Milano Games Week, hanno accolto i loro fan e si sono resi disponibili a sfidare alcuni di essi in match molto ludici e poco competitivi, facendo felici centinaia di giovani fan.

di