Mihajlovic cittadino onorario di Bologna. Ma è polemica

Il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic ha ricevuto la cittadinanza onoraria del capoluogo emiliano in seguito alla delibera del consiglio comunale

Sinisa Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic diventa cittadino onorario di Bologna, la città della squadra di Serie A che l’allenatore serbo guida dalla scorsa stagione e ha portato a conquistare per due volte consecutive la salvezza.

La decisione è stata presa dal consiglio comunale del capoluogo emiliano a maggioranza: la proposta, infatti, non ha raggiunto l’unanimità. Nel corso della votazione, sono stati 26 i voti favorevoli alla cittadinanza onoraria di Sinisa Mihajlovic, mentre in 3 hanno votato contro. All’allenatore, nel luglio del 2019, è stata diagnosticata una forma di leucemia mieloide acuta. Nel corso della stagione, il tecnico ha continuato a guidare il Bologna, dividendosi tra le cure e il campo di allenamento.

Nella motivazione della delibera, il consiglio comunale di Bologna, città che insieme a Firenze vuole presentare la candidatura per ospitare le Olimpiadi del 2032, ha riservato parole d’elogio nei confronti del tecnico: “Sinisa Mihajlovic si è distinto come essere umano prima ancora che come sportivo o allenatore. La scelta di vita e di continuità che Sinisa ha mostrato, è stata esemplare sotto ogni aspetto: sul campo e nell’affrontare la difficile sfida della malattia. In tanti hanno trovato in lui un esempio vitale, di rigore e umanità, di rinnovata fiducia e di energia verso la vita quotidiana. Del resto la grinta di una squadra di calcio non è tanto diversa da quella di chi la guida”.

Un grande riconoscimento per il tecnico serbo che ha commentato così la notizia in conferenza stampa: “Diventare cittadino onorario di Bologna è motivo di grande orgoglio – ha dichiarato Sinisa Mihajlovic – Questa è la seconda cittadinanza che ricevo dopo quella di Novi Sad, ma per me, che sono serbo, diventare cittadino di una città italiana è un grande onore. Bologna è un’eccellenza di questo Paese, una città universitaria e una delle più belle d’Italia. Spero di dare sempre il buon esempio e di onorare il nome di Bologna in ogni momento”.

La scelta di assegnare la cittadinanza onoraria di Bologna a Sinisa Mihajlovic, seppur arrivata con la maggioranza del consiglio comunale, non è stata esente da qualche polemica. Tra i tre voti contrari c’è stato anche quello di Amelia Frascaroli, consigliera e ex assessore al Welfare. La Frascaroli ha espresso delle perplessità riguardanti alcuni tratti del passato di Sinisa Mihajlovic, con episodi legati alla guerra nella ex Jugoslavia.

Non è certo la prima volta che un personaggio famoso riceve la cittadinanza onoraria di una città nella quale non è nato. Napoli, per esempio, ha conferito la cittadinanza onoraria a Alberto Angela, noto conduttore tv e divulgatore scientifico. Il comune di Triora, invece, ha proposto a Jennifer Lopez di diventare cittadina onoraria dopo che la popstar aveva manifestato la volontà di trasferirsi in Italia.