Il migliore olio DOP al mondo è prodotto nel Chianti

Ad aggiudicarsi il titolo di miglior olio d’oliva DOP al mondo è il Ruggente del Chianti premiato al concorso internazionale Japan Olive Oil Prize

Migliore olio d'oliva

È italiana l’azienda che ha vinto il premio per il  miglior olio DOP al mondo al Japan Olive Oil Prize di Tokyo, un concorso internazionale che mira a promuovere gli oli extravergine di oliva.

Il miglior olio DOP al mondo è del Chianti

L’olio d’oliva DOP il “Ruggente” dell’azienda biologica Castel Ruggero Pellegrini ha vinto il premio come “Best in Class” nella categoria DOP al concorso internazionale “Japan Olive Oil Prize”.

Il Japan Olive Oil Prize (JOO) è un concorso che si tiene ogni anno a Tokyo in Giappone e rappresenta una vetrina internazionale importante per tutti i produttori d’olio. In particolare, il Giappone è un paese dell’Asia dove, negli ultimi tempi, è cresciuta sempre più la richiesta di olio extravergine di oliva di alta qualità.

L’azienda Castel Ruggero Pellegrini si trova nel comune di Bagno a Ripoli nella zona del Chianti a circa 15 km da Firenze e produce olio d’oliva di alta qualità. Il “Ruggente” è realizzato da anni dalla storica azienda toscana ed è stato premiato per la sua qualità e la piacevolezza come migliore tra le medaglie d’oro. I prodotti dell’azienda Castel Ruggero Pellegrini avevano già ricevuto il riconoscimento delle Tre Foglie dal Gambero Rosso ma anche un ottimo punteggio nella Flos Olei, ovvero la più importante guida alle aziende di produzione olearia di tutto il mondo.

L’Azienda Castel Ruggero Pellegrini

L’Azienda Castel Ruggero Pellegrini si trova immersa nelle colline della regione del Chianti fiorentino e il suo principale prodotto è l’Olio DOP Chianti Classico Ruggente. L’azienda, tuttavia, vanta nel suo territorio anche la presenza di vigneti di Chianti Classico la cui uva viene conferita ad una cooperativa della zona.

Castel Ruggero Pellegrini sembra essere un territorio abitato sin dall’epoca romana quando sorgeva lungo il tracciato viario etrusco-romano. Tra il Quattrocento e il Seicento la proprietà passò nelle mani della famiglia Alamanni che trasformò il complesso dandogli l’attuale conformazione e lo rese un importante centro agricolo.

Attualmente Castel Ruggero Pellegrini, oltre ad essere un’azienda che produce ottimi prodotti, vanta anche la presenza di camere e appartamenti disponibili per soggiorni nell’area del Chianti Classico che è considerata una delle più belle d’Italia. Visitare Castel Ruggero Pellegrini significa degustare piatti locali, godere di stupendi panorami e trascorrere momenti di vero relax.