Lasagna diventa un tubetto di dentifricio: la ricetta è un "caso"

Valerio Braschi, vincitore di Masterchef Italia 2017 e titolare del Ristorante 1978 a Roma, ha creato una lasagna in un tubetto di dentifricio

Lasagna in tubetto, Valerio Braschi

Valerio Braschi, il vincitore della sesta edizione di Masterchef Italia, ha lavorato ai fornelli per creare una ricetta mai vista prima: una lasagna all’interno di un tubetto di dentifricio.

Una rivisitazione estrema di uno dei classici più amati della cucina italiana che ha già destato molto stupore sui social, dove il giovane cuoco di Sant’Arcangelo di Romagna ha postato la sua creazione per il Ristorante 1978 di Roma. Valerio Braschi ha voluto guardare oltre gli schemi, dando sfogo a tutta la sua creatività, la stessa che quattro anni fa gli permise, appena 18enne, di vincere l’edizione italiana di Masterchef.

La ricetta della lasagna nel tubetto di dentifricio

“Al Ristorante 1978 potete lavarvi i denti con le lasagne – ha scritto Briaschi sotto la foto della sua ricetta postata sul proprio profilo ufficiale di Instagram –  Lasagna in tubetto, spazzolino di pasta all’uovo, brodo di parmigiano 60 mesi e 180 mesi. Da cosa è nata l’idea? Da un ricordo di quando da bambino la mattina dopo le feste, appena svegli, ci lavavamo i denti con una bella forchettata di lasagne avanzate in frigo dal giorno prima. Un bellissimo ricordo che ho deciso di riproporre in maniera esplicita”.

La rivisitazione della lasagna, eletta la migliore ricetta del pianeta dal New York Times, ha destato molto scalpore sui social. Sono tanti i commenti piovuti sotto la foto postata da Valerio Braschi. Come sempre, il “popolo” del Web si è diviso. C’è chi ha lodato il coraggio del giovane cuoco romagnolo e non vede l’ora di poter assaggiare la lasagna in versione tubetto di dentifricio, e chi investe ha esternato tutte le sue perplessità riguardo la ricetta.

Chi è Valerio Braschi

Originario di Sant’Arcangelo di Romagna, comune di oltre 22 mila abitanti della provincia di Rimini, Valerio Braschi ha deciso di dedicarsi al suo grande amore, la cucina, fin dai tempi in cui frequentava il liceo scientifico. In quegli anni ha iniziato a studiare e a esercitarsi ai fornelli, cucinando per la sua famiglia e per i suoi amici.

Nel 2017 ha partecipato a Masterchef Italia, trasmissione che ha rappresentato il trampolino di lancio per la sua carriera da cuoco. A soli 18 anni, Braschi è arrivato fino in fondo, convincendo i giudici Joe Bastianich, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Antonia Klugmann a decretarlo campione.

Dopo la trionfale avventura di Masterchef, Valerio Braschi ha iniziato a viaggiare in giro per il mondo per perfezionare la sua tecnica. Tornato in Italia, ha aperto il Ristorante 1978 a Roma in via Zara, a pochi passi da Villa Torlonia, uno dei parchi più belli della Capitale.

Nel suo ristorante romano, Valerio Braschi sforna piatti influenzati dai viaggi e dalle scoperte culinarie fatte all’estero. La sua cucina è un mix di tradizione e sperimentazione e la rivisitazione della lasagna ne è un esempio lampante.